00:48 24 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (122)
12148
Seguici su

Lo ha detto il presidente bielorusso in carica, Alexander Lukashenko oggi.

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha affermato che le elezioni presidenziali nel Paese potrebbero svolgersi una seconda volta dopo l'adozione di una nuova Costituzione mediante un referendum.

"Sarà così, ragazzi. Dobbiamo adottare una nuova Costituzione, è quello che volevate, e anche gli "alternativi" non sono contrari. Deve essere adottata mediante un referendum, perché abbiamo adottato la precedente Costituzione in un referendum e se volete indiremo sulla base della nuova Costituzione nuove elezioni parlamentari, presidenziali e amministrative", ha detto durante una conversazione con i lavoratori della fabbrica di trattori a Minsk trasmessa dal canale televisivo Bielorus 24.

Elezioni presidenziali e proteste in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo il Comitato Elettorale Centrale, il capo di Stato, Alexander Lukashenko, ha guadagnato l'80,1%, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

Da più di una settimana nel Paese si svolgono proteste non autorizzate contro i risultati delle votazioni. Nei primi giorni, i manifestanti sono stati dispersi, con le forze di sicurezza che hanno usato gas lacrimogeni, idranti, granate assordanti e proiettili di gomma. Secondo il Ministero degli Affari Interni, centinaia di persone sono rimaste ferite, tra cui circa 120 dipendenti del Ministero degli Affari Interni e delle forze di sicurezza, un manifestante, Alexander Taraikovsky è morto. Più di 6.700 mila persone sono state arrestate.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (122)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook