14:41 27 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (127)
519
Seguici su

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Commissione elettorale centrale, il capo dello stato, Alexander Lukashenko, ha guadagnato l'80,1%.

Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha fatto un appello al suo omologo bielorusso Alexander Lukashenko e all'esercito bielorusso per non usare la forza contro i manifestanti.

"Mi appello al presidente Lukashenko chiedendogli di andare sulla strada dei negoziati", ha detto Steinmeier, parlando a Berlino.

"Mi appello all'esercito bielorusso con la richiesta di non macchiarsi di violenza contro il proprio popolo", ha aggiunto.

Secondo il presidente tedesco, i cittadini bielorussi che prendono parte a manifestazioni pacifiche in piazza "meritano la nostra solidarietà e sostegno".

Presidenziali e proteste in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Commissione elettorale centrale, il capo dello stato, Alexander Lukashenko, ha guadagnato l'80,1%, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

Da più di una settimana nel Paese si tengono proteste non autorizzate contro i risultati del voto, ma sono state represse dalle forze di sicurezza. Gas lacrimogeni, cannoni ad acqua, granate assordanti e proiettili di gomma sono stati usati contro i manifestanti. Secondo il Ministero degli Affari Interni, centinaia di persone sono rimaste ferite durante i disordini, tra cui circa 120 funzionari di sicurezza, un manifestante è rimasto ucciso.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (127)
Tags:
Proteste, Germania, Bielorussia, Alexander Lukashenko, Frank-Walter Steinmeier
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook