00:28 24 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
180
Seguici su

Venerdì il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha confermato una notizia di giovedì del Wall Street Journal, secondo gli USA hanno fermato "con successo" una "spedizione di carburante" da parte del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche iraniane (IRGC), sequestrando quattro petroliere in acque internazionali dirette in Venezuela.

Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, sabato ha confutato le affermazioni dell'amministrazione Trump sul sequestro da parte degli Stati Uniti di quattro petroliere iraniane con carburante diretto in Venezuela, affermando che le navi coinvolte in quello che ha descritto come un atto di "pirateria" non battevano bandiera iraniana e il carburante a bordo non apparteneva a Teheran.

"I 'Pirati dei Caraibi' ora hanno i propri giudici e tribunali. Purtroppo per loro, il bottino rubato non era dell'Iran. Il carburante è stato venduto F.O.B. (Free On Board, merci a bordo) nel Golfo Persico. Nemmeno la nave e la bandiera erano nostre", ha twittato Zarif, riferendosi a un'espressione di spedizione utilizzata per indicare quando la responsabilità e la proprietà delle merci viene trasferita da un venditore a un acquirente.

Il diplomatico ha aggiunto che la "propaganda vuota" non coprirà il "miserabile fallimento" della Casa Bianca nel far passare una bozza di risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite mirante a estendere un embargo sulle armi contro l'Iran, che scadrà in ottobre.

"La propaganda vuota non copre ilmiserabile fallimento della negligenza diplomatica degli Stati Uniti alle Nazioni Unite", ha affermato Zarif.

All'inizio della giornata, il presidente iraniano Hassan Rouhani ha fatto osservazioni simili, commentando le affermazioni dell'amministrazione Trump in merito al sequestro di petroliere che trasportavano carichi iraniani, affermando che la storia è stata "inventata" dalla Casa Bianca che aveva subito una "sconfitta politica".  

“Dopo aver subito la sconfitta politica, gli americani hanno affermato di aver sequestrato quattro navi iraniane in acque internazionali. Tuttavia si è scoperto in seguito che né le petroliere erano iraniane né battevano bandiera iraniana. Erano solo notizie false", ha detto Rouhani sabato, citato da Press TV.

Il respingimento della risoluzione USA all'ONU

Venerdì, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha respinto una risoluzione introdotta dalla Casa Bianca, per estendere a tempo indeterminato un embargo sulle armi all'Iran previsto nell'accordo nucleare iraniano del 2015 prima della sua scadenza il 18 ottobre. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha osservato che la risoluzione degli Stati Uniti non ha ricevuto il numero di voti richiesto per essere adottata.

Dei 15 stati membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, la risoluzione è stata approvata solo da Stati Uniti e dalla Repubblica Dominicana e contestata da Russia e Cina, mentre 11 Paesi si sono astenuti.

Correlati:

Iran, Occidente "paradiso sicuro dei terroristi", l'affondo del ministro degli Esteri Zarif
Zarif: il "disprezzo per la legge e la diplomazia" di Washington minaccia la sicurezza degli USA
Intercettamento aereo iraniano: Zarif critica gli USA per aver messo a rischio vite passeggeri
Tags:
Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook