16:24 21 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
126
Seguici su

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha annunciato la sua ricandidatura, comunicandolo ai consiglieri della maggioranza capitolina durante una videoconferenza.

La notizia nell'aria ormai da mesi, spinta dai post messi in fila sui social dai consiglieri nel corso delle settimane, ma oggi è arrivato la comunicazione ufficiale fatta dalla stessa Virginia Raggi che, durante la consueta riunione di maggioranza del lunedì, ha annunciato ai consiglieri della maggioranza l'intenzione di ricandidarsi come sindaco di Roma.

"Mi ricandido, sono convinta che possiamo e dobbiamo andare avanti" ha dichiarato Virginia Raggi durante la videoconferenza.

"Virginia Raggi ci ha detto che correrà nuovamente per fare la Sindaca di Roma. Ci ha detto che non ci sta ad apparecchiare la tavola per far mangiare quelli di prima. 'Sono convinta che dobbiamo andare avanti', ci ha aggiunto. Le sue parole sono verità", ha scritto su Facebook il consigliere Regionale M5s Paolo Ferrara.

Approvazione tramite metodo Rousseau

La ricandidatura di Virginia Raggi come sindaco di Roma deve essere messa ai voti su Rousseau. Per poter di nuovo correre con i M5S, il primo cittadino della capitale deve ottenere la deroga al limite dei due mandati. Prima di essere eletta sindaca, Virginia Raggi ha infatti occupato gli scranni dell'opposizione durante l'era Marino. 

Tuttavia a sostenere la prima cittadina nelle elezioni comunali ci sono gli endorsement ottenuti nelle ultime settimane, tra i quali il capo politico Vito Crimi, Alessandro Di Battista e Beppe Grillo.

Secondo quanto registrato dal sondaggio Governance Poll 2020 pubblicato agli inizi di luglio sull'apprezzamento degli italiani per i propri sindaci, solo il 38,2 % della popolazione romana ha espresso un parere positivo nei confronti del sindaco Raggi, con un crollo del 29% rispetto alle elezioni del 2016.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook