14:24 27 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (127)
190
Seguici su

In Bielorussia sono scoppiati i disordini dopo l’annuncio dei risultati delle elezioni presidenziali, che danno la vittoria netta al capo dello Stato uscente Alexander Lukashenko.

La portavoce del ministero degli Affari Esteri russo Maria Zakharova ha criticato l’atteggiamento delle forze dell’ordine bielorusse nei confronti dei giornalisti russi, commentando gli arresti di questi ultimi.

Zakharova ha scritto in un post su Facebook che oggi sono passati cinque anni dal momento in cui ha iniziato a ricoprire la carica di portavoce del dicastero ma “non avrebbe immaginato, che in questo giorno sarebbe occupata della tutela dei giornalisti russi dalle azioni inadeguate delle forze dell’ordine della fraterna Bielorussia”.

La portavoce del ministero degli Esteri russo ha fatto notare che molti giornalisti avevano fatto domande per ricevere l'accredito per seguire lo spoglio in conformità con tutte le norme, tuttavia, queste domande non sono state accolte. Inoltre, scrive la Zakharova, diversi giornalisti sono stati aggrediti.

“Non è di certo un atteggiamento da fratelli. Non si può fare così”, ha riassunto Zakharova.

Un corrispondente di Sputnik Belarus, Evgeny Oleynik, è stato aggredito e arrestato dalla polizia in seguito allo scoppio dei disordini a Minsk.

In una nota ufficiale il Ministero degli Interni di Minsk ha reso noto che sono oltre 3.000 le persone arrestate in seguito agli scontri.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (127)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook