16:30 21 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
0 61
Seguici su

La Procura Generale venezuelana aveva annunciato l'intenzione di presentare una richiesta di arresto ed estradizione di Ramirez all'Interpol all'inizio del 2018, un mese dopo l'avvio di un'indagine penale contro l'ex funzionario e suo cugino per un presunto programma di riciclaggio di denaro.

Le autorità venezuelane hanno formalmente chiesto all'Italia di estradare l'ex capo della compagnia petrolifera nazionale PDVSA Rafael Ramirez per difendersi in tribunale dalle accuse emerse da un'inchiesta penale, ha annunciato la Corte Suprema venezuelana.

In una dichiarazione pubblicata oggi sulla sua pagina Facebook, la Corte ha precisato che Ramirez è ricercato in relazione a presunte appropriazioni indebite, omissioni in atti d'ufficio in appalti e associazione a delinquere.

Ramirez, che ha guidato il colosso petrolifero dello Stato venezuelano dal 2004 al 2014, è stato anche ministro dell'Energia tra il 2002 e il 2014. Tra il 2014 e il 2017 è stato ambasciatore del Venezuela presso le Nazioni Unite.

L'ex funzionario era uno stretto alleato dell'ex presidente venezuelano Hugo Chavez e dopo le sue dimissioni nel 2017 ha accusato l'attuale governo di "tradire l'eredità" del leader socialista democratico deceduto e di aver "maltrattato" l'industria petrolifera nazionale.

Tags:
Pdvsa, Petrolio, estradizione, Italia, Situazione in Venezuela, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook