13:40 05 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
0 14
Seguici su

Istituito nel dopoguerra, il Five Eyes è un'alleanza d'intelligence composta da Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Canada e Nuova Zelanda, uniti in un accordo tra Regno Unito e Stati Uniti per scambiarsi dati d'intelligence.

Il Regno Unito è in trattative "in preda al panico", alla ricerca del ripristino del corpo dei Five Eyes focalizzato su infrastrutture critiche come le comunicazioni e l'energia, note come "Critical Five", dopo una pausa di cinque anni, secondo The Telegraph. L'attuale rapporto segue quello precedente di The Guardian che affermava che i Five Eyes potevano essere ampliati attraverso l'inclusione del Giappone.

La "discussione febbrile" sul restauro dei "Critical Five" si presume avrà luogo in quanto i membri dell'alleanza sono preoccupati per ciò che viene descritto come "il dominio artificiale della Cina su grandi parti dell'economia mondiale" che "non può essere risolto senza infine ricorrere a i nostri alleati per aiuto ".

"Chiaramente, tutti sono presi dal panico. Non si sono incontrati per cinque anni, ma i timori sono cresciuti così tanto che i governi stanno facendo risorgere questo organo storico per affrontare la sicurezza insieme", ha scritto The Telegraph, citando fonti senza nome.

Tra le presunte lotte per ripristinare i "Critical Five" nei precedenti rapporti di The Guardian figura anche la possibilità che il Giappone si unisca all'alleanza, secondo parlamentari conservatori senza nome.

"Dovremmo cercare partner di cui possiamo fidarci per approfondire le nostre alleanze. Il Giappone è un partner strategico importante per molte ragioni e dovremmo considerare tutte le opportunità per cooperare più da vicino", ha dichiarato il presidente della commissione per gli affari esteri Tom Tugendhat, accogliendo con favore l'adesione giapponese a il gruppo.

Secondo quanto riferito, le discussioni includevano un nuovo piano di sicurezza per i minerali condivisi per prevenire la "dipendenza" dai minerali rari e semi-rari cinesi necessari per la produzione di laptop, macchine fotografiche e altre forniture tecnologiche.

Il ripristino dei "Critical Five", se si verificasse, potrebbe porre fine a una pausa di cinque anni, che si ritiene derivi dall'incapacità dei membri di concordare quali aree dovrebbero essere incluse nelle "infrastrutture critiche". Quest'ultimo, quando il gruppo è stato istituito nel 2012, è stato definito come "i sistemi, le risorse, le strutture e le reti che forniscono servizi essenziali e sono necessari per la sicurezza nazionale, la sicurezza economica, la prosperità e la salute e la sicurezza delle rispettive nazioni".

Secondo quanto riferito, i settori concordati dai membri dovrebbero essere inclusi nell'elenco delle comunicazioni, energia, sanità e sanità pubblica, sistemi di trasporto e acqua.

L'alleanza Five Eyes prevede la cooperazione d'intelligence, con il gruppo visto da molti come controverso. Edward Snowden, un ex agente della CIA, ha descritto l'alleanza come "organizzazione d'intelligence sovranazionale" che opera ben oltre le leggi dei paesi membri.

Correlati:

Londra, le pressioni di Trump dietro il ban per il 5G a Huawei
Agenzie di intelligence accusano la Cina di nascosto le prove della pandemia
Francia e Canada negano collegamento tra aiuti cinesi contro coronavirus e 5G di Huawei
Tags:
Intelligence militare, intelligence
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook