16:15 21 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
544
Seguici su

Matteo Salvini al Senato parla a tutto campo del Recovery Fund e dice quello che pensa. No si fida dell'Europa e aspetta i fatti e l'arrivo dei fondi. Ma se dovessero arrivare ecco le sue proposte.

Ammesso che i fondi del Recovery Fund arriveranno, arriveranno troppo tardi perché “per molti italiani il problema è adesso, non nel 2021. I soldi che arriveranno un domani potrebbero non servire a niente. L’Italia faccia tutto il necessario per salvare imprese, lavoratori e famiglie”.

Lo ha detto Matteo Salvini intervenendo al Senato al termine della relazione di Giuseppe Conte su quanto avvenuto al Consiglio europeo dello scorso fine settimana.

Salvini ha molto da dire anche su come l’Europa presterà i fondi all’Italia, e in particolare sulla possibilità di bloccare i fondi se ritenuto opportuno. “Un prestito un po’ strano” lo ha definito.

Anche perché sono soldi che l’Italia ha messo negli anni (l’Italia è contributore netto del Bilancio europeo, ndr) e ora ci verrebbe impedito di spenderli come meglio crediamo “nell’interesse degli italiani”, dice Salvini al Senato provocando rumori nella maggioranza.

Ma Salvini zittisce tutti e dice “fate parlare l’opposizione che è maggioranza nel Paese” alludendo probabilmente ai sondaggi politici.

Usare il Recovery Fund per tagliare le tasse

“Chiediamo troppo se proponiamo di usare 13 dei 209 miliardi di euro per attuare la #FlatTax? Tagliate le tasse agli Italiani, ma fatelo sul serio!”, è una delle richieste che Salvini porta alla maggioranza parlamentare e al Governo come proposta d’uso dei fondi che arriveranno dall’Europa.

E sempre in ottica di taglio delle tasse, Salvini chiede di usare i soldi del piano Marshall europeo per i pensionati del Sud Italia:

“In questo momento ci sono 373mila pensionati italiani all'estero, come in Portogallo dove per 10 anni non si tassa la pensione. Proposta della Lega: usiamo una parte dei miliardi per rendere esentasse la vita dei pensionati nelle regioni del Sud Italia.”

Investire sulla scuola ma non sulle sedie con rotelle

Matteo Salvini chiede che i fondi europei vengano usati anche per la scuola, ma non certo per “acquistare banchi con le rotelle da 300€ l’uno”, alludendo alle sedie con le ruote che somigliano a dei girelli per adolescenti e che il Ministero dell’Istruzione si accingerebbe a comprare per risolvere il problema della distanza fisica. Sedie con rotelle che resterebbero poi nelle scuole per i prossimi decenni, dato l’elevato costo.

Quota 100

L’Europa non vuole che i fondi europei vengano usati in prospettiva di agevolazioni fiscale e non intende farli usare per finanziare l’anticipo di pensione.

L’obiettivo è quello di far lavorare le persone e di generare ricchezza.

Ecco allora che Salvini in aula parla di Quota 100 e della sua prossima potenziale abolizione.

“Non occorre uno scienziato per intuire che in base all'accordo c'è la cancellazione di Quota100, che ha restituito speranza a 300mila donne e uomini. Se qualcuno pensa di tornare alla legge Fornero, la Lega farà le barricate dentro e fuori il Parlamento.”

Correlati:

Salvini a Lampedusa prossima settimana e alla Azzolina: Copi dai tedeschi e francesi
Scuola, la Azzolina risponde ai sindacati e sfida Salvini in TV
Sindaco di Lampedusa: "Sorprende che Salvini venga adesso e non quando era ministro dell'Interno"
Tags:
Senato, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook