17:04 22 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
3131
Seguici su

Il leader del Brexit Party Nigel Farage ha dichiarato martedì che non è stata trovata alcuna prova dell'interferenza di Mosca nel referendum del 2016 e che ora Londra dovrebbe scusarsi per le affermazioni, in vista della pubblicazione del tanto atteso rapporto sulla presunta ingerenza di Mosca.

Lunedì, la commissione per l'intelligence e la sicurezza del parlamento del Regno Unito ha dichiarato che avrebbe pubblicato il rapporto su presunte interferenze russe nel referendum sulla Brexit e le elezioni generali del 2017 alle 10:30 di martedì. Il Telegraph ha riferito lo stesso giorno che il rapporto avrebbe rivelato il tentativo della Russia di influenzare il risultato del referendum sull'indipendenza scozzese, ma non il voto sulla Brexit.

​"Quindi, nessuna prova di interferenza russa nel referendum. Sono dovute delle scuse".

Londra ha da tempo accusato Mosca d'interferire nei suoi affari interni, nonostante il governo russo respinga decisamente tali affermazioni. La relazione della commissione parlamentare è stata completata nel marzo 2019, sebbene il governo del Regno Unito abbia precedentemente adottato misure per impedire la pubblicazione del documento.

Il primo ministro Boris Johnson a novembre ha dichiarato di non aver visto "nessuna prova" dell'interferenza russa nel processo democratico del Regno Unito. I principali funzionari russi, tra cui il ministro degli Esteri Sergey Lavrov e l'ambasciatore del Paese a Londra, Andrey Kelin, hanno entrambi negato categoricamente tutte le accuse mosse dai legislatori britannici, riferendosi alla mancanza di prove credibili.

Correlati:

Secondo Farage Italia prossima a lasciare l’UE
Trump vorrebbe Nigel Farage come negoziatore di Londra con la UE per la Brexit
Elezioni europee, i sondaggi: Farage e Salvini possono rovesciare il potere centralizzato
Tags:
Brexit
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook