08:07 23 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
13621
Seguici su

Il vertice è continuato per diversi giorni più a lungo del previsto a causa delle forti differenze rispetto a un fondo di recupero COVID-19 e un budget a lungo termine.

I leader dell'UE si sono accordati su un fondo di ripresa economica e un piano finanziario a lungo termine in occasione di un vertice a Bruxelles, ha annunciato il presidente del Consiglio dell'UE Charles Michel.

"Abbiamo un accordo, un buon accordo! Con un budget di 1.074 miliardi di euro e un piano di risanamento di 750 miliardi di euro. L'UE non ha mai osato investire in modo così ambizioso in futuro", ha confermato il primo ministro belga Sophie Wilmes su Twitter.

Secondo Michel, "Questo accordo invia un segnale concreto che l'Europa è una forza d'azione".

​In vista della sessione plenaria, Michel ha affermato che offrirà nuove proposte sul bilancio a lungo termine e sul piano di risanamento dell'UE, descrivendolo come "il frutto di molto lavoro collettivo". Secondo i media, ha suggerito che il fondo di recupero da 750 miliardi di euro è costituito da 390 miliardi di euro in sovvenzioni e 360 ​​miliardi di euro in prestiti.

Il piano prevedeva inizialmente 500 miliardi di euro in sovvenzioni e 250 miliardi di euro in prestiti per le nazioni dell'UE. Il cosiddetto gruppo di quattro paesi europei "frugali" - Austria, Danimarca, Paesi Bassi e Svezia - si è opposto al piano, insistendo sul fatto che il denaro dovesse essere emesso sotto forma di prestiti anziché sovvenzioni.

Le dichiarazioni di Conte

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è dichiarato estremamente soddisfatto dellʼaccordo raggiunto, affermando che con esso "ora si potrà cambiare volto al Paese".

"Abbiamo approvato un piano di rilancio ambizioso e adeguato alla crisi che stiamo vivendo. Avremo una grande responsabilità: con 209 miliardi abbiamo la possibilità di far ripartire l'Italia con forza e cambiare volto al Paese. Ora dobbiamo correre", ha affermato il premier Giuseppe Conte.

Secondo il primo ministro si tratta di un momento storico per l'Europa e l'Italia, un risultato conseguito "tutelando la dignità del nostro Paese e l'autonomia delle istituzioni comunitarie".

Ha ringraziato sia le forze di maggioranza che quelle dell'opposizione al governo per il risultato ottenuto. Ha anche parlato del Mes affermando che spera che il Recovery Fund allontani l'attenzione creatasi attorno al Mes, dichiarando che il "Mes non è il nostro obiettivo".

Correlati:

L’Olanda contro l’European Recovery Fund: chi c’è dietro?
Così il Recovery Fund è diventato l’atto di morte dell’Ue
Recovery Plan, Michel cerca il compromesso, Conte: "Il negoziato prosegue"
Tags:
UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook