16:32 21 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
9814
Seguici su

Il viceministro dell'Economia Laura Castelli, ospite al programma Tg2 Post, ha dichiarato l'importanza di incentivare le imprese e gli imprenditori creativi. Durante l'intervento ha però affermato alcune opinioni che hanno suscitato reazioni nel mondo della politica.

E' bufera su Laura Castelli, viceministro dell'Economia e delle Finanze, dopo le dichiarazioni rilasciate in diretta televisiva al programma Tg2 Post.

"Se una persona decide di non andare più a sedersi al ristorante bisogna aiutare l'imprenditore a fare un'altra attività" - ha detto la Castelli, nel corso di un intervento in cui ha spiegato che a causa della crisi connessa alla pandemia di coronavirus i bisogni primari del Paese sono cambiati.

Se quindi i ristoratori non hanno più clienti a causa dei divieti, non bisogna cercare di ricreare le condizioni per far tornare i clienti stessi ma aiutare l'imprenditore a cambiare attività.

Le parole della grillina hanno suscitato numerose reazioni nel mondo politico e produttivo.

Giorgia Meloni: "Sono senza parole"

"Dopo aver massacrato il settore dell'ospitalità con divieti e regole assurde e aver multato gli esercenti che scendevano in piazza perché chiedevano aiuto, l'ultima trovata del Governo giallorosso arriva dalla grillina Castelli: i ristoratori che non hanno più clienti devono cambiare lavoro. Sono senza parole. Sarebbe questa la gente che dovrebbe aiutare l'Italia a ripartire?", queste le parole di Giorgia Meloni che ha commentato tramite Facebook le parole di Castelli a Tg2 Post.

Filiera Italia: "Ironia incomprensibile sulla ristorazione"

Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, ha definito "gravi e irresponsabili" le esternazioni relative ai gestori di ristoranti rilasciate dal viceministro Laura Castelli.

"Oggi il settore della ristorazione dà lavoro a 320.000 famiglie e con fatica, degli 80 miliardi di consumi legati al food service, ha recuperato il 50%. Tutto serve, tranne consigliare di cambiare lavoro, esternazioni come queste risultano davvero controproducenti, considerando anche il fatto che nei vari provvedimenti emanati è stata riconosciuta la strategicità del settore agroalimentare. Un’ironia davvero incomprensibile, non dimentichiamo infatti che l'intero comparto agroalimentare, e in particolare filiere d'eccellenza come quella dei vini, dei salumi e dei formaggi, è legato a doppio filo alla ristorazione, una fetta importante della nostra economia e diversi milioni di posti di lavoro" ha dichiarato Scordamaglia.

salvini: "Ristoratori sbeffeggiati dalla viceministro grillina"

Duro anche il commento alle dichiarazioni di Castelli da parte del leader della Lega Matteo Salvini, che su Twitter ha accusato l'esponente del governo di "sbeffeggiare" i ristoratori.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook