20:21 03 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
0 13
Seguici su

Il presidente del Consiglio presenta alla Camera dei deputati la posizione dell'Italia al prossimo Consiglio europeo dove si deciderà la consistenza del Recovery Fund e del piano di ripresa europeo.

L’accordo sul piano Next Generation EU è “cruciale” per il futuro dell’Europa, per questo motivo la decisione va “assunta entro luglio e non” può essere svilito il piano con “un compromesso al ribasso” dice il presidente del Consiglio riferendo alla Camera dei deputati sul prossimo Consiglio europeo dei capi di Stato e di Governo, chiamato a prendere una decisione sul rilancio dell’Europa.

Conte afferma che un accordo al ribasso sarebbe “inaccettabile” non solo sotto il profilo politico ed economico perché rischierebbe di non essere efficace, ma anche dal punto di vista “morale”.

Il prossimo 17 e 18 luglio Conte volerà a Bruxelles per incontrare tutti insieme i suoi omologhi, alcuni dei quali li ha già incontrati nel tour europeo per sondare il terreno e per presentare il piano italiano di accesso ai fondi del Recovery Fund, ma anche per presentare la posizione dell’Italia.

“Il Consiglio europeo deve mostrarsi all’altezza di una coraggiosa visione, non può mancare un obiettivo di portata epocale”, ha detto alla Camera Giuseppe Conte aggiungendo che “solo uniti riusciremo a rendere l’UE di nuovo forte, risposte nazionalistiche sarebbero anacronistiche”.

Qualsiasi altra risposta non ambiziosa, afferma il premier, porterebbero l’Europa a “un piccolo mondo antico” per nulla sicuro e protetto.

Vinciamo o perdiamo tutti

Nessuno Stato europeo “può avvantaggiarsi a scapito di altri. In questo grave tornante della storia dell’Unione Europea o vinciamo tutti o perdiamo tutti”, ha detto ancora Conte rivolgendosi ai deputati presenti in aula.

L’accordo va preso entro luglio per le imprese che stanno soffrendo e affrontando conseguenze economiche gravi a causa della pandemia, e “non lo meritano le decine di migliaia di vittime” che il nuovo coronavirus ha portato via.

I primi con un piano

Conte rivendica anche il fatto che l’Italia sarà il primo Paese europeo a presentarsi a Bruxelles, a settembre, con un piano di ripresa e resilienza del sistema Italia.

In questo, precisa Conte, il Parlamento sarà pienamente coinvolto.

Correlati:

Conte all'Europa: accordo su Recovery Fund va fatto entro luglio
Gentiloni, Next generation EU è svolta storica: ora Stati approvino
Consiglio europeo, Gentiloni: "Senza debito comune, mercato unico e euro a rischio"
Tags:
Consiglio Europeo, Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook