20:04 14 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)
3512
Seguici su

Le autorità turche hanno rimediato ad un errore storico commesso nel 1934 riconvertendo Santa Sofia da museo a moschea, ha affermato oggi ai giornalisti il presidente Recep Tayyip Erdogan.

"Abbiamo rispettato la volontà di 83 milioni di nostri cittadini. Nel 1934 chi l'ha trasformata in un museo? Ora abbiamo corretto questo errore. Si tratta di un nostro diritto sovrano", ha detto Erdogan, specificando che Santa Sofia è stata trasformata in una moschea da un museo, non da una chiesa cristiana.

Il presidente ha aggiunto che l'Impero Ottomano si è preso cura della basilica per secoli e che la Turchia avrebbe continuato a preservare il suo valore culturale.

Erdogan ha inoltre affermato che le autorità turche conducono spesso lavori di restauro di chiese e sinagoghe nel Paese ed ha affermato che ci sono edifici religiosi "da quattro a cinque volte in più" per i non musulmani in Turchia che per i musulmani in Europa.

La scorsa settimana il Consiglio di Stato, il massimo organo giuridico dello Stato turco, ha annullato il decreto che convertiva Santa Sofia in un museo, dandone di fatto il via libera all'utilizzo come moschea. Erdogan ha firmato il decreto.

La mossa non è stata particolarmente apprezzata all'estero. Austria, Francia, Grecia, Cipro, Russia e Stati Uniti sono stati tra i paesi che hanno espresso rammarico per la decisione di Ankara. La Turchia considera la questione come un affare interno.

Oggi l'ambasciatore turco in Italia Murat Salim Esenli ha difeso la scelta per ritrasformare Santa Sofia in moschea, sottolineando che è stata una scelta sovrana, l'accesso sarà garantito a tutte le persone di qualsiasi fede, così come in Turchia è garantita la libertà di culto.

Ieri in una telefonata col presidente russo Vladimir Putin, il capo di Stato turco Racep Tayyip Erdogan aveva rassicurato che i simboli cristiani di Santa Sofia verranno conservati nonostante la riconversione in moschea ed aveva ribadito che il luogo di culto resterà accessibile a tutti.

Santa Sofia, la storia

Santa Sofia fu costruita dall'imperatore bizantino di fede cristiana Giustiniano I e venne inaugurata il 27 dicembre 537. La basilica ha rappresentato il tempio più grande del mondo cristiano per oltre mille anni. Dopo la conquista di Costantinopoli da parte degli ottomani e la caduta dell'Impero bizantino nel 1453, la cattedrale fu convertita in moschea, ma dal 1934 l'edificio, con decreto del fondatore del moderno stato turco, Kemal Ataturk, è diventato museo e ed è stato inserito nella lista dei patrimoni mondiali dell'UNESCO.

Tema:
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)
Tags:
Storia, Cristianesimo, Islam, Religione, Turchia, Istanbul, Recep Erdogan
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook