06:18 15 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
6142
Seguici su

Matteo Salvini alza il livello dello scontro sulla questione migranti e si augura che incontrando la Merkel il presidente Conte gli parli della questione migranti.

Matteo Salvini chiede che il colloquio tra Giuseppe Conte e Angela Merkel serva anche per discutere della questione migranti, perché lui non è disposto a vedere l’Italia trasformata in un “campo profughi e nel lazzaretto d’Europa”.

“Ci sono decine di nuovi casi di immigrati positivi al virus, Lampedusa è al collasso, non c’è nessuna traccia dei ricollocamenti, è sparito il famoso accordo di Malta e i rimpatri con la Tunisia sono bloccati con la scusa del Covid. Questo governo mette in pericolo l’Italia”, ha scritto Salvini su Facebook mostrando una foto riportata da il quotidiano online Il Sicilia.

901 sbarchi in due giorni

Salvini alza la tensione e parla di scontro sociale in Italia per quanto riguarda la questione dei migranti sbarcati in Italia tra sabato e domenica.

“Mi viene il dubbio che qualcuno stia cercando lo scontro sociale. Mentre ancora 600mila italiani sono senza cassa integrazione, sulla scuola non si sa nulla e la stagione turistica è partita con difficoltà, l’unico dato che aumenta è quello dell’immigrazione. Solo tra sabato e domenica ne sono sbarcati più di 900”, si legge nel post.

Salvini commenta i dati del Viminale

Salvini quindi analizza i dati appena diffusi dal Viminale sul numero di migranti sbarcati in Italia da gennaio ad oggi.

“Vuol dire che qualcuno non sa fare il proprio mestiere. Vuol dire che il ministro dell'Interno non è in grado di difendere i confini italiani. Mi domando se al governo siano complici o incapaci”, conclude. 

Correlati:

Migranti sbarcati a Roccella Jonica, in 28 positivi al Covid-19
Migranti, Santelli (Regione Calabria): "La situazione è esplosiva"
Migranti positivi, paura ad Amantea: i cittadini bloccano una strada per protesta - Video
Tags:
Matteo Salvini, Crisi dei migranti, quote migranti, Flusso migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook