10:38 05 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
323
Seguici su

Rimuovere i monumenti associati alla schiavitù e al razzismo è il nuovo giocattolo dei guerrieri della giustizia sociale. Il rovesciamento di una statua confederata in Virginia nel 2017 è stato un presagio di ciò che sarebbe accaduto tre anni dopo in tutta la nazione.

Donald Trump fu aggredito dai media del mainstream statunitense nel 2017 per aver avvertito che sarebbe potuta scoppiare la rabbia e ci sarebbero state devastazioni contro le statue dei presidenti americani. Il dibattito nazionale sui monumenti storici si è riacceso quest'anno sulla scia delle proteste a livello razziale.

"Quindi questa settimana è Robert E. Lee. Ho notato che (il generale confederato Thomas) Stonewall Jackson sta per crollare", ha detto Trump in una conferenza stampa dell'agosto 2017 a Charlottesville, in Virginia, a seguito di manifestazioni contro il piano della città di rimuovere la statua del generale Lee in cui un manifestante è stato ucciso.

"Mi chiedo, se la prossima settimana sarà George Washington, e quella dopo Thomas Jefferson?" ha detto Trump sul primo e sul terzo presidente americano, entrambi proprietari di schiavi. "Bisogna davvero chiedersi: quando si fermerà tutto questo?".

Il dibattito nazionale sui monumenti storici legati alla schiavitù e al razzismo è in corso da anni, ma è stato nel 2020 che l'avvertimento di Trump si è avverato.

Un gruppo di studenti ha abbattuto una statua di Thomas Jefferson a Portland, nell'Oregon, all'inizio di giugno. "Ci stiamo riprendendo la città, una statua razzista alla volta", ha detto un manifestante.

Tre giorni dopo, i manifestanti locali hanno rovesciato una statua di George Washington dopo averla coperta con la bandiera americana e averle dato fuoco.

​Il memoriale di Washington a Baltimora è stato vandalizzato nel fine settimana con vernice rossa. I manifestanti hanno anche scritto "distruggere i razzisti" e "BLM" sulla base della statua.

​E saranno ancora molte le "vittime" di questa isteria, con circa due dozzine di città negli Stati Uniti che hanno rimosso o approvato la rimozione di monumenti controversi, tra cui uno a Robert E. Lee a Richmond, in Virginia e un altro a Theodore Roosevelt fuori dal Museum of Natural History di New York. Alcuni di loro sono stati deturpati durante le proteste di Black Lives Matter, innescate dalla morte avvenuta durante l'arresto di George Floyd il mese scorso.

Il movimento sembra essere sostenuto dai media mainstream statunitensi: il New York Times la scorsa settimana ha pubblicato il titolo, "Riconsiderando il passato, una statua alla volta", e la CNN ha pubblicato un gioioso pezzo dichiarando, "Le rimozioni di statue mostrano che il cambiamento sta arrivando”.

L'avvertimento di Trump nel 2017

Per quanto riguarda l'osservazione di Trump del 2017, c'è stata molta meno accettazione. Gli stessi media avevano affermato che l'avvertimento era eccessivo.

C'era un titolo del Washington Post che recitava: "Storici: no, signor Presidente, Washington e Jefferson non sono lo stesso dei generali confederati".

Un articolo del New York Times simile ha citato un professore di Harvard dicendo che c'era una "differenza cruciale tra leader come Washington e Jefferson, uomini imperfetti che hanno contribuito a creare gli Stati Uniti e generali confederati come Jackson e Lee, il cui significato storico principale è che essi hanno preso le armi contro di essi".

NBC News aveva il titolo: "Statue di Washington, Jefferson non sono "le prossime", ma è complicato, dicono gli storici".

Slate ha pubblicato un articolo intitolato la "Rimozione dei memoriali confederati non significa che Washington e Jefferson sono i prossimi". Ha affermato che "il confronto di Trump è stupido. Non ha nemmeno alcun senso".

Come è interessante leggere oggi questi titoli a tre anni di distanza e decine di statue danneggiate, decapitate e vandalizzate.

Correlati:

Video: manifestanti a Baltimora usano corde per rimuovere statua di Cristoforo Colombo
USA, manifestanti cercano di abbattere statua di Jackson alla Casa Bianca - Video
La guerra delle statue e la lezione di Putin
Tags:
Donald Trump, statua
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook