09:21 01 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
0 36
Seguici su

Eugenio Giani accusa la sua rivale del centrodestra, la leghista Susanna Ceccardi, di "essere al guinzaglio di Salvini". Immediate le accuse di sessismo da parte di Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. L'uscita condannata anche da Laura Boldrini.

Polemiche nella campagna elettorale per le prossime elezioni regionali.

In un'intervista al giornale locale Corriere fiorentino Eugenio Giani, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Toscana, ha definito la sua rivale Susanna Ceccardi di essere "al guinzaglio di Salvini".

Tale epiteto non è stato diretto solo alla europarlamentare leghista ma anche al candidato del centrodestra per l'Emilia-Romagna Lucia Borgonzoni.

Le campagne elettorali delle due politiche sono stati infatti giudicate da Giani come delle fotocopie, "dove il mio avversario è Salvini che si porta al guinzaglio la candidata". 

Pronta su Facebook la risposta della Ceccardi, che oltre a difendere la sua posizione lamenta un doppio standard nel metro di valutazione nei confronti di tali dichiarazioni.

Dello stesso tono il tweet di Giorgia Meloni, che prende le difese della Ceccardi e ne sposa sostanzialmente il pensiero.

​Pronta anche la condanna della parlamentare e Vicepresidente della Camera Mara Carfagna.

​Dal versante di Forza Italia dure accuse giungono anche dal parlamentare Giovanni Donzelli.

​Solidarietà alla Ceccardi giunge anche dal centrosinistra e precisamente dall'ex Presidente della Camera Laura Boldrini, che giudica però anche la stessa Lega spesso fautrice di un comportamento analogo. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook