11:08 01 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
142
Seguici su

Matteo Salvini vuole andare a votare per eleggere un nuovo parlamento e intanto toglie terreno da sotto al M5s portandogli via senatori. Al Senato, infatti, la maggioranza è più risicata.

Mentre la fuga di pentastellati verso la Lega per Salvini Premier non si arresta, Salvini a ‘Mezz’Ora in Più’ di Lucia Annunziata conferma che sono in arrivo altri parlamentari transfughi dal Movimento 5 stelle.

Il capo dei leghisti non ha però conferma della loro reale volontà di passare.

“Se anche questa settimana alcuni eletti coi Cinque Stelle in Senato dicano di voler continuare l’impegno con la Lega…”

Resta comunque la sua ferma volontà di tornare presto alle urne, quindi per i senatori grillini la fuga verso la Lega nella speranza di governare con una nuova maggioranza in questa legislatura appare una vaga illusione.

La realtà lascia intendere Salvini, è che se la maggioranza giallorossa non avrà più i numeri per governare si andrà tutti a votare e a quel punto chissà se ci sarà spazio per i transfughi nelle nuove liste della Lega.

Mentre potrebbe esserci posto per Uto Ughi dopo l'endorsement di quest'oggi a Radio Padania (Rpl).

Andare a votare perché…

“Se c’è governo unito e compatto che fa le cose, noi diamo il nostro contributo, ma visto che non fa niente non sarebbe meglio a settembre far votare per avere un nuovo Parlamento?”, ragiona Salvini.

E rivolto al Partito Democratico: “Il Pd non può tenere ferma l’Italia perché vuole nominare un suo presidente della Repubblica. Sarebbe più saggio avere un Parlamento nuovo e meno litigioso piuttosto che tirare a campare”.

Sulla ‘conquista’ di senatori

Salvini spiega che la ‘conquista’ di senatori grillini non è frutto di una attività dietro le quinte operata dal suo partito.

“Se alcuni parlamentari del Movimento 5 stelle hanno mantenuto fede agli impegni e alle promesse e dicono che proseguono la loro battaglia di cambiamento con la Lega, sono i benvenuti. Noi non andiamo a cercare nessuno e a offrire niente”.

Sull’immigrazione

La Lega non è “né di destra, né di sinistra. C’è gente che culturalmente viene da tante estrazioni diverse che ci vuole dare una mano” afferma Salvini nel tentativo di collocare il suo partito in una nuova prospettiva storica.

E per quanto riguarda l’accusa di fascismo e razzismo legata alle richieste sui migranti Salvini dice:

“Non accetto la retorica di una Lega fascista e razzista: chiedere immigrazione controllata è da persone perbene”.
Regionali nelle Marche

Salvini si è detto sicuro di vincere le elezioni regionali nelle Marche dove si è recato giusto ieri nella cittadina di Porto Recanati.

Il centrodestra qui si presenta unito grazie alla Lega e non c’è motivo alcuno perché non si possa conquistare questa regione.

In totale le elezioni regionali di settembre coinvolgeranno 7 regioni. Potrebbe rappresentare un momento elettorale significativo anche per il futuro del Governo Conte bis.

Se la maggior parte delle 7 regioni dovesse passare al centrodestra, il Governo giallorosso potrebbe trovarsi di fronte alla condizione di dover prendere atto di un mutato scenario politico in Italia palesemente non più favorevole.

Scenario del resto già mostrato in Umbria a fine 2019 e più di recente in Calabria.

Correlati:

Matteo Salvini, richiesta udienza per caso nave Gregoretti
Coronavirus, positivo agente della scorta di Matteo Salvini
Matteo Salvini si scaglia contro Ricciardi
Tags:
Matteo Salvini, Lega
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook