19:34 12 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
250
Seguici su

La scorsa settimana, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha confermato le notizie dei media secondo cui vorrebbe ritirare 9.500 soldati dalla Germania per ridurre il conto a 25.000, dopo aver accusato Berlino di "delinquere" nelle sue spese per la difesa.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha esortato i paesi europei a pensare a una nuova realtà per quanto riguarda il peso globale degli Stati Uniti.

"Siamo cresciuti con la certezza che gli Stati Uniti volevano essere una potenza mondiale. Se gli Stati Uniti ora desiderassero ritirarsi da quel ruolo di loro spontanea volontà, dovremmo riflettere su questo molto profondamente", ha detto Merkel in un intervista a un gruppo di sei giornali europei, tra cui The Guardian, venerdì.

Parlando della presenza di truppe americane in Germania, ha detto che aiuta a proteggere "non solo la Germania e la parte europea della NATO, ma anche gli interessi degli Stati Uniti d'America".

Il cancelliere ha anche dichiarato che le spese militari di Berlino dovrebbero essere incrementa, affermando che "dobbiamo spendere di più per la difesa" e che "negli ultimi anni abbiamo ottenuto considerevoli aumenti e continueremo su questa strada per migliorare le nostre capacità militari".

Per quanto riguarda la NATO, la Merkel ha citato "motivi convincenti per rimanere impegnati in una comunità di difesa transatlantica e nel nostro ombrello nucleare condiviso", aggiungendo che "ovviamente l'Europa ha più responsabilità rispetto al periodo della guerra fredda".

 

La Merkel chiede un "Dialogo costruttivo con la Russia"

Separatamente, ha sottolineato la necessità di "continuare a impegnarsi in un dialogo costruttivo con la Russia", affermando che ci sono "buone ragioni per fare questo".

"In paesi come la Siria e la Libia, paesi nelle immediate vicinanze dell'Europa, l'influenza strategica della Russia è forte. Continuerò quindi a cercare la cooperazione", ha sottolineato Merkel.

La ritirata delle truppe americane in Germania

L'intervista arriva dopo che la scorsa settimana il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha confermato i resoconti dei media sulle riduzioni delle truppe americane in Germania, accusando anche il paese di "delinquere" nei propri pagamenti alla NATO e affermando che Berlino deve all'alleanza miliardi di dollari.

All'inizio di giugno, il Wall Street Journal ha riferito che Trump aveva ordinato al Dipartimento della Difesa di spostare 9.500 truppe statunitensi, o quasi un terzo del contingente in Germania, fuori dal paese.

Al momento, 34.500 truppe statunitensi sono di stanza in Germania, insieme a 17.000 civili statunitensi e 12.000 cittadini tedeschi che lavorano nelle basi militari locali.

Il WSJ ha aggiunto che le discussioni sulla riduzione delle truppe statunitensi sono iniziate a settembre 2019 e la decisione non è legata alla decisione del cancelliere tedesco Angela Merkel di non partecipare al vertice del G7 originariamente previsto per giugno.
 

Correlati:

Conte risponde a Merkel sull’uso del Mes: In Italia i conti li faccio io
Rogo Thyssen, Conte consegnerà una lettera dei familiari ad Angela Merkel
La Ue la guido io. Merkel spinge l’Europa lontano dagli Usa
Tags:
Angela Merkel, Merkel
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook