17:52 24 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
6314
Seguici su

Annullato il taglio dei vitalizi in Commissione Contenziosa del Senato. Ma tutti i partiti sono già pronti ad impugnare la decisione.

Doccia fredda sul fronte taglio dei vitalizi, la cui delibera nelle scorse ore è stata annullata dopo essere approdata in Commissione Contenziosa del Senato.

Tre i voti a favori dell'annullamento della delibera, quelli del presidente Caliendo e di altri due membri, Ballarani e Della Torre. Contrari invece il leghista Pillon e l'ex pentastellato Riccardi che aveva deciso il taglio dei vitalizi agli ex parlamentari. 

Ad annunciarlo è stato Maurizio Paniz, ex deputato e avvocato, che ha preso le difese di tutti gli ex senatori che avevano presentato ricorso nei confronti della misura.

"La delibera è stata annullata perché ritenuta ingiustificata a fronte della giurisprudenza consolidata della Corte Costituzionale e del diritto dell'Unione europea, in base alla quale di fronte a una situazione consolidata gli interventi di riduzione degli importi devono rispondere a cinque requisiti, nessuno dei quali era stato rispettato dalla delibera", sono state le parole di Paniz.

L'avvocato ha quindi spiegato le motivazioni che hanno portato all'annullamento della delibera, tra cui spicca la retroattività del taglio:

"In primo luogo non deve essere retroattivo, mentre questo taglio lo era; in secondo luogo non deve avere effetti perenni, come invece li aveva la delibera; in terzo luogo non deve riguardare una sola categoria ma deve essere 'erga omnes", mentre qui si colpivano solo gli ex parlamentari; in quarto luogo deve essere ragionevole, mentre questo taglio raggiungeva l'8% degli importi; infine deve indicare dove vanno a finire i risparmi che non possono finire nel grande calderone del risparmio, e anche su questo punto la delibera era carente", ha concluso.

Partiti in subbuglio

Lo stop al taglio dei vitalizi ha immediatamente mandato in subbuglio il mondo della politica, con il leader leghista Matteo Salvini che ha immediatamente annunciato battaglia perché la commissione torni sui propri passi:

"Come Lega cercheremo di cambiare la decisione", ha immediatamente sottolineato il segretario.

Decisamente poco soddisfatto anche il PD, che da fonti del Nazareno si apprende sia "totalmente contrario" all'annullamento del taglio sui vitalizi.

Contrarietà che contraddistingue anche il Movimento Cinque Stelle, che reagisce duramente in una nota del capo politico Vito Crimi:

"Ci provavano da mesi: lo hanno fatto di notte, di nascosto. E' uno schiaffo a un Paese che soffre. La casta si tiene il malloppo, noi non molleremo mai per ripristinare lo stato di diritto e il principio di uguaglianza. Chi dobbiamo ringraziare per questa operazione, la presidenza del Senato?", si legge nel comunicato del pentastellato.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook