17:57 28 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
0 52
Seguici su

I deputati leghisti hanno manifestato dissenso per la bocciatura di un emendamento che avrebbe previsto dei bonus regionali per gli operatori sanitari in prima linea nella lotta al Covid-19.

In una nota, il gruppo della Lega alla Camera ha criticato il nuovo Dl Rilancio, accusando il governo di non aver votato per l'approvazione di un emendamento che avrebbe riconosciuto un bonus ulteriore agli operatori del settore sanitario.

"Dal Governo ennesimo schiaffone agli eroi del personale sanitario in prima linea contro il Covid e a tutto il personale dell'area del comparto delle Aziende e degli enti del servizio sanitario regionale. Assurda la bocciatura del nostro emendamento al decreto Rilancio che prevedeva la possibilità per le regioni di riconoscere loro un bonus ulteriore." hanno dichiarato i deputati leghisti.

Dello stesso avviso il leader del Carroccio, Matteo Salvini, il quale su Facebook ha definito incredibile la scelta dell'esecutivo di bocciare l'emendamento presentato in Commissione Bilancio alla Camera.

Da ieri 15 giugno 2020 sono partite le domande per i contributi a fondo perduto previsti dal Dl rilancio a favore dei soggetti esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo e di reddito agrario, titolari di partita IVA, colpiti dall'emergenza Coronavirus e dei suoi inevitabili effetti negativi sull'economia italiana.

L'approvazione delle "Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19", meglio conosciute come Dl Rilancio, sono state approvate nel Consiglio dei ministri del 13 maggio con la formula "salvo intese".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook