11:58 20 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
0 02
Seguici su

L'Alto rappresentante dell'UE, Josep Borrell, ha annunciato oggi in una conferenza stampa che l’Unione inizierà a riaprire le proprie frontiere esterne in maniera "graduale e parziale" dal primo luglio.

L'Unione Europea suggerirà agli stati membri di avviare la riapertura delle loro frontiere esterne ai viaggiatori extracomunitari dal primo luglio, ha affermato Borrell.

Borrell ha osservato che tutte le decisioni per la lotta alla diffusione del virus dipendono dai singoli paesi, ma Bruxelles suggerirà una graduale e parziale revoca dei divieti.

Intanto, il processo della riapertura delle frontiere interne, come affermato dal funzionario, deve essere completato "entro questo mese di giugno".

Nella giornata di ieri due paesi europei hanno annunciato la revoca delle limitazioni nei confronti dell’Italia:

  • la Grecia inizierà a togliere le limitazioni gradualmente dal 15 giugno
  • l’Austria riapre ai cittadini italiani dalla mezzanotte del 16 giugno 

Lo scorso 17 marzo l’Unione Europea ha chiuso le frontiere sia interne che esterne per trattenere la diffusione del coronavirus.

In precedenza il commissario europeo per gli Affari interni Ilva Johansson aveva annunciato che l’UE proroga il travel ban per viaggiatori provenienti dai paesi che non fanno parte dell’Unione fino al primo luglio, ad eccezione dei cittadini britannici che hanno possibilità di entrare con l’obbligo di una quarantena di 14 giorni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook