14:10 14 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
3257
Seguici su

Il presidente statunitense Donald Trump ha sostenuto oggi che l'invito del presidente russo Vladimir Putin al vertice del G7 è di buon senso per facilitare la risoluzione delle questioni aperte con la Russia.

"È una questione di buon senso. Abbiamo il G7, ma lui [Putin] non c'è. La metà degli incontri è dedicata alla Russia, e se ci fosse sarebbe molto più facile risolvere", ha detto Trump in un intervista a Fox Radio.

In precedenza il Cremlino aveva affermato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in una recente conversazione telefonica aveva informato il presidente russo Vladimir Putin della sua idea per organizzare il summit del G7 allargato a settembre con il possibile invito dei leader di Russia, India, Australia e Corea del Sud.

Il portavoce della Casa Bianca ha inoltre affermato che Trump voleva discutere della Cina durante il vertice.

Il formato del G7, che tradizionalmente comprende Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti, si doveva svolgere in America a giugno, ma è stato rinviato almeno a settembre a seguito della pandemia di coronavirus.

La Russia faceva parte del blocco, chiamato per l'occasione G8, fino al 2014 quando a seguito delle divergenze sugli eventi in Ucraina e Crimea con l'Occidente provocarono l'allontanamento di Mosca. I Paesi del G7 avevano accusato la Russia di interferire negli affari interni dell'Ucraina, sebbene Mosca abbia respinto tutte le accuse.

Tags:
Occidente, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, G7, Vertice G7, Vladimir Putin, Donald Trump, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook