02:33 14 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
120
Seguici su

Secondo i piani del governo spagnolo, l'uso di utensili usa e getta in plastica sarà vietato da luglio 2021. Inoltre, dal 2023 sarebbe introdotta una tassa aggiuntiva per l’utilizzo di plastica.

La decisione arriva dopo una riunione del Consiglio dei Ministri martedì, 2 giugno, in cui è stata approvata una mozione sui rifiuti, che sarà in seguito discussa dal Congresso dei deputati.

“Vengono introdotte le restrizioni sugli articoli in plastica monouso dal 2021. I produttori di materie in plastica saranno coinvolti nella gestione dei rifiuti. Il decreto di legge prevede una tassa sugli imballaggi di plastica usa e getta”, ha dichiarato in una conferenza stampa il ministro della Transizione Ecologica, Teresa Ribera.

Inizialmente l'imposta sarà introdotta per produttori, venditori ed acquirenti e dal 2023 tutti i consumatori che acquistano bevande e alimenti al dettaglio in contenitori di plastica dovranno pagare questa tassa. Secondo i piani del governo, entro il 2026 le vendite di plastica dovrebbero diminuire del 50% rispetto al 2022 e del 70% entro il 2030.

Ribera ha anche affermato che le misure del governo sono volte a ridurre il consumo di acqua potabile in bottiglie di plastica: nei bar e nei ristoranti i clienti dovranno essere serviti con acqua dal rubinetto in bicchieri o caraffe.

Questa legge sarà sottoposta all’esame del Congresso dei deputati entro la fine del 2020 e probabilmente sarà approvata all’inizio dell’anno prossimo.

A marzo 2019 il Parlamento Europeo ha adottato una direttiva che impone ai paesi membri di vietare un numero di articoli in plastica usa e getta dal 2021.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook