15:31 21 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
226
Seguici su

L'UE teme che le azioni della Cina possano minare il principio di "un paese, due sistemi" e l'autonomia di Hong Kong, ha dichiarato in una dichiarazione scritta l'alto rappresentante dell'UE per la politica estera e di sicurezza, Josep Borrell.

Secondo Borrell, la decisione della Cina "mette in dubbio il suo desiderio di adempiere agli obblighi internazionali". Ha aggiunto che l'UE continuerà a sollevare tale questione nel dialogo con la Cina.

"L'UE è profondamente preoccupata per le misure adottate dalla Cina il 28 maggio, in contrasto con i suoi obblighi internazionali (Dichiarazione congiunta Cina-Gran Bretagna del 1984) e la legge fondamentale di Hong Kong. Ciò compromette gravemente il principio di "uno stato, due sistemi" e l'alto grado di autonomia di Hong Kong," dice il documento.

La dichiarazione è stata pubblicata a seguito di una riunione informale dei ministri degli affari esteri dell'UE in videoconferenza, il cui tema principale erano le relazioni sino-europee.

Dopo l'incontro, Borrel ha detto ai giornalisti di non considerare le sanzioni un metodo per risolvere i problemi con la Cina.

La decisione della Cina sulla questione di Hong Kong

Giovedì, i deputati del Congresso popolare cinese hanno adottato una "Decisione per creare e migliorare il sistema giuridico e i meccanismi di applicazione per garantire la sicurezza nazionale nella regione amministrativa speciale di Hong Kong".

La risoluzione delega al comitato permanente del Congresso nazionale del popolo lo sviluppo di una legge sulla sicurezza nazionale specifica per Hong Kong. In precedenza, il quotidiano South China Morning Post, citando una fonte informata, riferiva che il Congresso nazionale del popolo avrebbe impiegato circa due settimane per approvare la legge, il che significa che potrebbe entrare in vigore ad agosto.

Una dichiarazione congiunta pubblicata dal ministero degli Esteri del Regno Unito, Australia, Canada e Stati Uniti afferma che la decisione delle autorità della Cina di sviluppare una legge sulla sicurezza nazionale per Hong Kong contraddice le disposizioni della dichiarazione di autonomia della regione firmata da Gran Bretagna e Cina. A sua volta, Zhao Lijian, portavoce del ministero degli Esteri cinese, ha invitato altri paesi a smettere di interferire negli affari di Hong Kong.

Correlati:

Pompeo parla al Congresso di una Hong Kong non più autonoma dalla Cina
Truppe cinesi sono pronte a garantire la sicurezza a Hong Kong
Ministri degli esteri dell'UE discuteranno la situazione riguardo Hong Kong
Tags:
Josep Borrell
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook