18:53 04 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
0 00
Seguici su

Il Senato decide le sorti del decreto Scuola che dovrebbe portare all'assunzione di 80mila insegnanti e dare fondi per l'edilizia scolastica. Ma Salvini attacca su tutti i fronti.

Giunge alle fasi finali il decreto Scuola, ora tocca al Senato votare ma il Governo fa sapere che porrà la fiducia per blindare il testo. A rivelarlo è il ministro per i Rapporti con il parlamento Federico D’Incà.

Per quanto riguarda l’esame di stato, la Task force ministeriale è al lavoro sul documento che consentirà lo svolgimento della prova orale in sicurezza, così come si lavora sulle modalità di rientro a scuola a partire da settembre. Il testo “è alle limature finali” ha detto il ministro Azzolina al Senato durante il suo intervento.

80 mila posti nella scuola

Sono circa 20 anni che non si bandisce un concorsone per la scuola pubblica in Italia e quello di questa volta ha dimensioni imponenti.

Il ministero della Pubblica istruzione ha indetto ben 4 procedure concorsuali per oltre 61mila posti, dice Azzolina, a cui sono stati aggiunti successivamente 16mila posti per un totale di 80mila docenti da mettere in ruolo a settembre e a tempo indeterminato. Una grande operazione di “rimboschimento” delle cattedre delle scuole italiane e un ammortizzatore sociale contro disoccupazione e lavoro precario che avrà benefici risvolti sociali.

E questi concorsi saranno unici e speciali anche nelle modalità, dal momento che la prova a quiz con le crocette verrà sostituita da una prova con risposte aperte. Una procedura che da un punto di vista della correzione chiederà un impiego di tempo decisamente più alto per correggere le prove.

Anche “il personale delle scuole paritarie potrà partecipare alla procedura straordinaria con la possibilità di poter prendere anche parte al concorso ordinario”, aggiunge il ministro.

Cos’altro c’è nel decreto?

39 milioni di euro del decreto rilancio sono stati destinati all’acquisto di dispositivi di protezione e per le pulizie. Con questi fondi è stato finanziato anche un help desk per supportare provveditorati e singole scuole nel percorso di messa in sicurezza delle classi e delle aule docenti e dell’intero edificio scolastico.

150 milioni andranno invece per le scuole paritarie dimostrando la volontà del Governo di tutelare tutti i nostri studenti, rispettando la libertà di scelta educativa delle famiglie, ha detto Azzolina.

Edilizia scolastica

Per mettere subito in atto il piano di ristrutturazione degli edifici scolastici, un emendamento al decreto legge presentato al Senato prevede che i sindaci dei Comuni e i presidenti di Provincia avranno poteri commissariali per velocizzare i lavori di edilizia scolastica.

Salvini contro Azzolina e decreto Scuola

Il primo punto di dissenso con il governo del leader Lega è la scuola privata e paritaria, secondo Salvini c’è del “pregiudizio ideologico, come se il termine privato, libero e autonomo desse fastidio a qualcuno”.

E quindi ricorda che le scuole private e paritarie accolgono ben 900 mila studenti e danno lavoro a 180 mila persone.

“Dove vanno” tutti questi si domanda Salvini se non ci fossero le strutture scolastiche private?

Sul rientro a scuola Salvini picchia duro. Fa notare che nel resto d’Europa: Danimarca, Finlandia, Belgio, Francia, Germania, i bambini sono tornati a scuola, mentre “qui in Aula a fine maggio discutiamo e proviamo a intuire che forse un po’ di ragazzi torneranno in classe a settembre”.

“Se qualcuno ha in testa per i nostri studenti la didattica a distanza e la mancanza di contatto sociale, allora non ha capito niente”.

Il ritorno a scuola è anche una questione economica, il ritorno in classe degli scolari, degli studenti delle scuole superiori e delle Università è un propellente per il motore economico nazionale e Salvini lo sottolinea nel suo intervento.

E per quanto riguarda il mega concorsone dice:

Poi una pensiero anche agli studenti fuori sede:

Correlati:

Azzolina e la scuola italiana da settembre: per i più piccoli ambienti alternativi alle scuole
Azzolina ammette bocciatura, dà più tempo alle scuole medie ma solo 80mln a scuole paritarie
Frasi sessiste e discriminatorie in libro scolastico: interviene Azzolina
Tags:
Scuola
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook