15:17 01 Giugno 2020
Politica
URL abbreviato
1321
Seguici su

L'amministrazione Trump ha comunicato oggi ai partner internazionali l'intenzione di ritirarsi dal Trattato sui cieli aperti, segnala Associated Press.

Secondo l'agenzia, le autorità statunitensi intendono ritirarsi dal trattato dal momento che a loro giudizio la Russia non rispetta i suoi impegni.

Però il ​​direttore del dipartimento di non proliferazione e controllo degli armamenti del ministero degli Esteri russo Vladimir Ermakov ha riferito a Sputnik che Washington non ha ancora notificato ufficialmente a Mosca il ritiro dal Trattato sui Cieli Aperti, ma se ciò dovesse accadere, sarà una mossa deplorevole.

"Non ci sono ancora informazioni", ha detto.

"Se ciò accadrà effettivamente, sarà ovviamente deplorevole. Ma sfortunatamente si adatta alla linea generale dell'attuale amministrazione per far saltare tutti gli accordi sul controllo degli armamenti. Questo trattato è fondamentale in termini di garanzia di prevedibilità e fiducia reciproca in Europa" e su una scala più ampia", ha evidenziato l'alto diplomatico russo.

Allo stesso tempo il New York Times ha citato alti funzionari dell'amministrazione Trump nell'articolo relativo alla decisione del presidente americano di ritirare gli Stati Uniti dal Trattato sui Cieli Aperti, affermando che Washington renderà noto domani alla Russia il suo piano.

A marzo il direttore del Pentagono Mark Esper aveva dichiarato che gli Stati Uniti erano preoccupati dal trattato "così com'è si presenta ora", in particolare per i vincoli al sorvolo dei confini russi vicino le regioni dell'Abcasia e dell'Ossezia del Sud, due repubbliche separatiste della Georgia la cui indipendenza è stata riconosciuta da Mosca ma non da Washington.

Il Trattato sui Cieli Aperti è stato firmato nel 1992 ed è diventato un punto fermo nel rafforzamento del clima di fiducia in Europa dopo la fine della guerra fredda. In vigore dal 2002 consente ai Paesi firmatari di raccogliere apertamente informazioni sulle reciproche forze armate e attività militari. L'accordo è stato firmato da 34 Stati, tra cui Italia.

Tags:
Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Cieli Aperti, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook