10:05 29 Maggio 2020
Politica
URL abbreviato
537
Seguici su

Giuseppe Conte premiato ancora dai sondaggi politici, nonostante sul dl Rilancio ci siano stati ritardi che gli italiani fanno notare. Per quanto riguarda i partiti tutti confermati al loro posto.

La fiducia degli italiani e delle italiane nel presidente del Consiglio Giuseppe Conte regge per la quarta settimana consecutiva al 59%, e si accompagna a una fiducia molto simile (58%) nell’azione del suo Governo il quale resiste nonostante i ritardi nella promulgazione del dl Rilancio.

E proprio sul decreto Rilancio, scrive l’Istituto Ixè che ha condotto il sondaggio politico per conto di ‘Cartabianca’ di Rai 3, il giudizio degli italiani è positivo al 52% con un 27% che ha un giudizio poco positivo e un 14% un giudizio per niente positivo.

Proseguendo sull’argomento fiducia nell’attuale Governo, il 36% degli intervistati dal sondaggio politico credono che il Conte bis durerà fino al termine della legislatura fissata per marzo 2023. Un importante 21% crede invece che durerà solo fino all’elezione del presidente della Repubblica nel 2022, mentre il 18% teme che non andrà molto oltre la fine dell’emergenza nuovo coronavirus.

L’operato di Conte e del Governo durante l’emergenza

Il 66% degli italiani si ritiene soddisfatto del modo in cui Conte e il suo Governo hanno affrontato l’emergenza, ma c’è anche un 21% che si ritiene poco soddisfatto e un 11% che crede sia stata mal gestita.

Fase 2 e ulteriori riaperture: cosa ne pensano gli italiani

Domandando agli italiani se sono favorevoli o meno alla riapertura di bar e ristoranti, negozi e centro commerciali, a sorprendere è quel 18% che ritiene prematura l’apertura perché timorosa di una ripresa dei contagi.

Il 78% degli italiani è favorevole alle riaperture anticipate dal Governo, mentre un 4% è indeciso.

Linee guida sostenibili o insostenibili?

Per quanto riguarda la sostenibilità delle linee guida imposte nella Fase 2, il 62% degli italiani ritiene che siano sostenibili, mentre il 16% ritiene che siano eccessive e non sostenibili per i commercianti, ma un ulteriore 16% voleva delle misure ancor più stringenti e ritiene quelle applicate non sufficienti.

Italiani indisciplinati

Il 53% degli intervistati ritiene che saremo indisciplinati e non metteremo in pratica le regole impartite, mentre il 44% ritiene che gli italiani sapranno rispettare le regole.

Le intenzioni di voto degli italiani

Alla base troviamo le intenzioni di voto degli italiani elaborate dall’Istituto Ixè, che forniscono un nuovo andamento settimanale del consenso attorno ai principali partiti politici italiani.

La Lega di Salvini resta prima con il 24,6% delle intenzioni, le quali restano invariate rispetto alla settimana scorsa.

Il Partito Democratico scende al 21,6% (era il 22%), mentre l’alleato di governo Movimento 5 stelle sale al 17,2% dal precedente 16,9%.

Nel centrodestra Fratelli d’Italia continua la sua crescita salendo al 14,7% (14,2% il precedente), mentre Forza Italia è al 7,2% (era 7,5%).

La Sinistra perde mezzo punto percentuale ma resta sopra Europa Verde e Italia Viva. Quest’ultima scivola al 2,1% delle intenzioni di voto.

Crescono anche gli indecisi al 41%, rispetto al 40,2% della scorsa settimana: il dato peggiore dal 17 marzo.

Correlati:

Se l’Italia votasse oggi, ecco come voterebbero gli italiani: sondaggio politico
Sondaggi, l'amarezza di Calenda in coda: meno consensi di Di Maio
Sondaggi politici, questa settimana vince il Pd ma Lega sempre prima
Tags:
Politica, politici, Sondaggio, Sondaggi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook