02:28 23 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
1112
Seguici su

La Russia ha avuto successo dal punto di vista militare in Siria, ha dichiarato l'inviato speciale degli Stati Uniti per la Siria James Jeffrey.

Secondo il diplomatico statunitense, la Russia ha interessi basilari in Siria: mantenere le basi militari e proteggere i suoi investimenti economici. Inoltre, come affermato da Jeffrey, la Russia ritiene che un coinvolgimento militare limitato in Siria l'aiuti a raggiungere importanti successi strategici.

"Hanno ottenuto realmente un grande successo militare in Siria. Il problema è che non esiste una soluzione politica per i problemi con Assad. Il nostro compito è presentare ai russi un percorso da seguire attraverso le Nazioni Unite, con il sostegno delle Nazioni Unite. Ma richiede che si allontanino in una certa misura da Assad e dagli iraniani", ha detto Jeffrey in una videoconferenza presso l'Hudson Institute.

Durante la videoconferenza, a Jeffrey è stato chiesto come "creare un solco tra Assad e i russi" e se valga la pena credere che Assad abbia recentemente deluso Mosca.

"Crediamo che questi messaggi siano veri. Abbiamo parlato con i russi nell'ultimo anno. I russi non sono contenti di Assad. Il problema è che non vedono un'alternativa", ha detto Jeffrey.

La Russia e gli Stati Uniti sostengono il processo di pace in Siria sotto l'egida delle Nazioni Unite. Dal 2011 gli Stati Uniti chiedono le dimissioni del presidente Assad cercando di convincere gli altri Paesi, ma finora senza risultati.

Dal 2014 gli Stati Uniti e i suoi alleati hanno condotto un'operazione militare in Siria e Iraq contro i terroristi dell'Isis*, tuttavia in Siria le forze americane si trovano senza il consenso delle legittime autorità.

*Organizzazione terroristica vietata in Russia e molti altri paesi

Tags:
Difesa, Sicurezza, Politica Internazionale, Geopolitica, Medio Oriente, USA, Russia, Siria, crisi in Siria, Guerra in Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook