11:13 13 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
0 90
Seguici su

Sulla misura che dovrebbe sanare i migranti irregolari in Italia e fornire loro un permesso di soggiorno provvisorio non c'è alcun accordo nella maggioranza, è il dietro front del M5s.

Mentre è in corso la riunione di governo, una nota del M5s rilanciata dall’Ansa conferma che il partito con a capo (ad interim) Vito Crimi non è disponibile a “qualunque intervento che si configuri come una regolarizzazione indiscriminata”.

Secondo il M5s non è questa la soluzione che risponde alle aziende del settore agricolo.

Il permesso di soggiorno, secondo i pentastellati, lo può ricevere solo chi ha un contratto di lavoro in tasca e non viceversa. La proposta nella bozza prevedrebbe invece la possibilità di ottenere un permesso di soggiorno temporaneo di 6 mesi per la ricerca di lavoro, da tramutare in permesso di lavoro una volta ottenuto il contratto di lavoro regolare.

Inoltre il M5s dice no a qualsiasi ipotesi di sanatoria su reati commessi.

A conferma della posizione del M5s il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, al quale non risulta che l’intesa ci sia.

Di compromesso raggiunto parlava invece il ministro all’Agricoltura Teresa Bellanova fino a poche ore fa. Nei giorni scorsi il ministro Bellanova aveva minacciato di dimettersi se non si fosse raggiunto un accordo sulla sanatoria a favore dei migranti che lavorano nei campi.

Bellanova parlava di rifiniture, ma in realtà c’è dissenso nei partiti della maggioranza e dal momento che questa è una delle misure contenute nei 258 articoli del dl Rilancio, si presume che il decreto possa slittare ancora, lasciando numerose questioni aperte a partire dagli indennizzi agli imprenditori italiani e il proseguimento della cig, per non parlare del sostegno alle imprese e alle famiglie in crisi di liquidità da settimane.

Correlati:

Ministro Bellanova: Povertà e fame non sono emergenze secondarie
Bellanova insiste, regolarizzare 600mila immigrati per decreto tra braccianti agricoli e colf
Bellanova pronta alle dimissioni senza la regolarizzazione lavoro nero
Tags:
M5S, Migranti, Agricoltura
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook