13:30 31 Maggio 2020
Politica
URL abbreviato
138
Seguici su

L''Esercito Nazionale Libico (Lna) ha abbattuto 2 droni turchi mentre tentavano di colpire la loro base aerea di al-Watiya nella parte sud-orientale di Tripoli, secondo quanto riferito dall'emittente Al Arabiya l'8 maggio.

Il ministero degli Esteri turco ha dichiarato che Ankara considererà le forze del comandante militare Khalifa Haftar "obiettivi legittimi" se continueranno gli attacchi contro i propri interessi e le missioni diplomatiche.

Secondo i diplomatici di Ankara, gli attacchi dell'esercito di Haftar all'aeroporto di Mitiga in Libia e alle missioni diplomatiche sono "crimini di guerra".

Pochi giorni fa Al Arabiya aveva riferito che l'Esercito Nazionale Libico aveva compiuto diversi raid aerei su depositi d'armi e sulle posizioni turche nella città nord-occidentale di Misurata.

I militari turchi si trovano in missione in Libia in virtù di un accordo intergovernativo con il governo di unità nazionale del premier al-Sarraj, riconosciuto dalla comunità internazionale (Onu) e dalle potenze occidentali.

La nuova ondata di escalation in Libia è scoppiata lo scorso 27 aprile, quando il maresciallo Khalifa Haftar ha dichiarato di ritirarsi dall'accordo di Skhirat del 2015 sulla formazione del governo di unità nazionale. Haftar ha inoltre affermato che l'Esercito Nazionale Libico sta prendendo il controllo del Paese. L'Lna ha fatto sapere di essere in procinto di prendere il controllo di Tripoli, dove ha sede il governo di unità nazionale di al-Sarraj.

In risposta il governo di unità nazionale ha esortato i deputato del Parlamento a Tobruk, in Libia orientale, che sostengono le forze di Haftar, ad unirsi ai colleghi di Tripoli e ad avviare un dialogo politico globale. La comunità internazionale, tra cui Russia, Turchia, Paesi europei ed Emirati Arabi, nonché organizzazioni internazionali, tra cui le Nazioni Unite e la Lega Araba, hanno espresso la loro ferma condanna per la dichiarazione di Haftar sul controllo da parte dell'Lna sulla Libia, affermando che tali azioni sono inaccettabili e violano il diritto internazionale.

Tags:
Khalifa Haftar, Libia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook