07:23 26 Maggio 2020
Politica
URL abbreviato
681
Seguici su

Secondo il leader della Lega, la sentenza della Corte tedesca mostra che gli Stati possono e devono riprendere il controllo della propria moneta e della propria legislazione.

Dopo la sentenza della Corte tedesca c'è un problema che emerge: rifondare l'Europa su principi nuovi e tornare ad avere un controllo sulla moneta e sulla legislazione. In Europa i Paesi che stanno reagendo meglio e stanno perdendo meno posti di lavoro sono quelli che possono mettere più liquidità, più denaro, più moneta nel circuito economico e nelle tasche dei cittadini". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, intervenendo a 'Start' su Sky Tg 24, ha commentato la decisione della Germania sulla BCE. 

Stampare moneta non vuol dire uscire dall'euro, precisa Salvini, perché una banca pubblica "può emettere liquidità direttamente". "A trattati attualmente in corso altri Paesi, pensiamo alla Germania, hanno banche pubbliche che danno liquidità alle loro imprese, ai loro cittadini", prosegue.

Secondo il leader leghista "chi può" deve immediatamente "stampare moneta e controllare gli investimenti", per scongiurare una crisi ancora più grave. 

​Inoltre, se la  "Corte tedesca ha detto che UE prima di far qualsiasi cosa deve chiedere il parere dei tedeschi e deve difendere il parere dei tedeschi", allora "perché per l'Italia non deve valere lo stesso?", ha puntualizzato Salvini. 

Il caso della Svezia

"La Svezia, nel primo trimestre di quest'anno, ha un calo solo dello 0,3, perché  hanno stampato 30 miliardi di euro, da noi sarebbero 180. Va ripensato l'intero sistema europeo e anche il diritto di emettere moneta",ha aggiunto il leader del Carroccio.

Tags:
Matteo Salvini, Moneta, UE, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook