05:42 25 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
284
Seguici su

In occasione del 75° anniversario della liberazione di Mauthausen, uno dei più grandi lager nazisti, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha ricordato la responsabilità storica del Paese nei confronti delle vittime del nazismo.

Il 5 maggio 1945 il campo di concentramento venne liberato dai soldati statunitensi. Dopo la completa liberazione il 7 maggio il campo venne trasferito sotto la responsabilità della zona di occupazione sovietica.

"Il campo di concentramento di Mauthausen, 75 anni dopo la liberazione, ci ricorda dove possono portare l'odio e la disumanità. Abbiamo una responsabilità storica nei confronti di 100mila persone, per lo più concittadini ebrei, diventate vittime dell'orrore del regime terrorista nazista", ha affermato Kurz.

Il campo di concentramento di Mauthausen fu costruito presso una cava di granito nel 1938 immediatamente dopo l'annessione dell'Austria alla Germania nazista. Divenne il centro di un ampio sistema di lager noto come Mauthausen-Gusen, che comprendeva 49 distaccamenti in tutto il Paese. Migliaia di prigionieri di guerra sovietici trovarono qui la morte, tra cui un alto ufficiale dell'Armata Rossa insignito del titolo di Eroe dell'Unione Sovietica, il generale Dmitry Karbyshev.

Tags:
Sebastian Kurz, Nazismo, Storia, Seconda Guerra Mondiale, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook