03:59 31 Maggio 2020
Politica
URL abbreviato
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
82425
Seguici su

Mosca vede negli attacchi all'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) la volontà di alcuni Paesi di giustificarsi per le loro tardive e insufficienti misure per combattere il coronavirus, ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

Il capo della diplomazia russa Sergey Lavrov ha espresso il suo giudizio sugli attacchi piovuti contro l'Oms dalla Casa Bianca per la gestione della pandemia COVID-19 nel mondo.

"Non voglio che questo desiderio di unire gli sforzi sia politicizzato, vedo segni di questa politicizzazione negli attacchi contro l'Organizzazione Mondiale della Sanità. A mio avviso questi attacchi mostrano il desiderio di giustificare determinate azioni troppo tardive e altamente insufficienti", ha affermato il ministro degli Esteri russo in una trasmissione sulla tv locale.

Il presidente americano Donald Trump aveva precedentemente annunciato lo stop ai finanziamenti da parte degli Stati Uniti a beneficio dell'Oms che secondo l'inquilino della Casa Bianca non avrebbe fornito informazioni sul coronavirus in modo tempestivo e non avrebbe fatto capire la vera realtà della situazione alla comunità mondiale.

A sua volta il premier italiano Giuseppe Conte aveva ribadito il pieno sostegno di Roma all'Organizzazione Mondiale della Sanità sulla lotta contro il nuovo coronavirus ma più in generale a tutte le sue attività mentre partecipava alla presentazione della piattaforma dell'Oms contro COVID-19.

Tema:
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Sergej Lavrov, Coronavirus, Donald Trump, USA, OMS, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook