13:11 03 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
104
Seguici su

Rischio crisi economica per la UE. La BCE sarebbe pronta a disporre da subito alcuni provvedimenti per garantire liquidità e solvenza nell'eurozona.

Una crisi economica come quella del 2008 incombe sulla Ue. Il crollo delle borse per il panico coronavirus si potrebbe trasformare in un grave shock economico. Solo se i leader europei saranno in grado di prendere delle misure adeguate d'urgenza, si potrà limitare temporalmente la durata della crisi. Lo ha detto la presidente della BCE, Christine Lagarde, aggiungendo che i primi provvedimenti saranno presi domani, giovedì 12 marzo. 

Secondo quanto riferito da una fonte anonima a Bloomberg, in questo momento la banca centrale starebbe valutando in esame tutti gli strumenti a disposizione per poter prendere una decisione tempestiva e in particolare finanziamenti "super economici" per garantire liquidità e credito. 

La stessa fonte riferisce che i governi dovranno fare di tutto per garantire alle banche di poter effettuare prestiti nelle aree colpite. Il portavoce della BCE ha rifiutato di commentare queste informazioni. 

Gli strumenti della BCE

Alcuni economisti ritengono che la BCE potrebbe prestare soldi alle banche con un interesse a tasso negativo per finanziare le imprese in difficoltà per l'epidemia. Si tratterebbe quindi, di fatto, di pagare le banche per poter sostenere l'economia. 

"Molte aziende nell'area dell'euro stanno già avvertendo il pizzico della diffusione del coronavirus, ma quelle più piccole potrebbero aver bisogno del massimo sostegno [...] Per fare la sua parte, la Banca centrale europea probabilmente lancerà loro un'ancora di salvezza questa settimana , contribuendo ad evitare i fallimenti e i licenziamenti diffusi che potrebbero minacciare la stabilità dei prezzi una volta che il virus è passato" ha osservato David Powell, economista di Bloomberg. 
Tags:
Christine Lagarde, BCE, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook