20:56 04 Giugno 2020
Politica
URL abbreviato
2502
Seguici su

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che è inappropriato cambiare la Costituzione della Federazione Russa nel suo complesso, perché non è ancora esaurito il suo potenziale.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che formalmente è possibile eliminare le restrizioni al numero dei mandati presidenziali, ma con la stabilità e la maturità del sistema, occorre l'intercambiabilità del potere.

“In un momento in cui il Paese ha ancora molti problemi, ma quando le sfere politica, economica e sociale ottengono stabilità interna, maturità, quando lo Stato diventa ovviamente più forte e difficile da essere vulnerabile dall'esterno, allora la possibilità di un cambio di potere passa alla ribalta. Occorre per la dinamica dello sviluppo del Paese", ha detto Putin durante un discorso alla Duma.

Ha sottolineato che la società "nel lungo termine" dovrebbe avere le garanzie per un regolare cambio di potere.

"Dobbiamo pensare alle generazioni future", ha aggiunto il capo di Stato.

Il presidente ha rilevato che la proposta di eliminare le limitazioni affinché qualsiasi persona in futuro possa partecipare alle elezioni è in linea di principio possibile.

"Naturalmente in elezioni aperte e competitive, e naturalmente, solo se i cittadini appoggiano le proposte di questi emendamenti e diranno sì durante la votazione in tutto il Paese il prossimo 22 aprile. In linea di principio, questa opzione sarebbe possibile. Ma a una condizione, vale a dire, se la Corte Costituzionale della Federazione Russa stabilisce che tale modifica non contraddirà i principi e le disposizioni di base della legge fondamentale", ha detto Putin.

"Pertanto, ripeto, se l'Assemblea federale adotta la legge sugli emendamenti alla Costituzione nella forma di cui sto parlando, deve essere inviata alla Corte costituzionale della Federazione Russa per le conclusioni", ha chiuso l'intervento il presidente russo.

Ha osservato che formalmente oggi sarebbe possibile abolire i vincoli ai mandati, soprattutto perché in molti Paesi questa pratica esiste.

"Nel complesso cambiare la stessa Costituzione, lontana dall'aver esaurito il suo potenziale, come ho detto al contrario ha dimostrato la sua efficacia, lo ritengo inappropriato anche per risolvere la questione del potere presidenziale", ha detto Putin, parlando alla camera bassa del Parlamento russo.

"Sono convinto che il futuro l'autorità presidenziale in Russia non sarà così personificata. L'autorità presidenziale non deve essere legata ad una sola persona", ha dichiarato il presidente russo durante il suo discorso alla Duma di Stato.

"Questi emendamenti sono attesi da tempo. Sono necessari e, ne sono convinto, saranno utili per il Paese, per la società e per i nostri cittadini, perché mirano a rafforzare la nostra sovranità, le nostre tradizioni e i nostri valori. Tutto questo costituisce le fondamenta della nostra vita. Per l'obiettivo di espandere e specificare le garanzie sociali dei nostri cittadini, il che significa rivelare in modo più completo il carattere sociale del nostro Stato", ha detto Putin intervenendo alla Duma.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che nel suo lavoro sarà guidato esclusivamente dalla volontà popolare e dagli interessi della Russia.

"Voglio assicurarvi che sono sempre stato guidato nel mio lavoro e che sarò guidato esclusivamente dagli interessi attuali e di lungo termine della Russia, esclusivamente dalla volontà del nostro popolo", ha detto Putin, parlando alla Duma.

Parlando del calo dei prezzi del petrolio, Putin ha detto: "i prezzi del petrolio oscillano e sobbalzano, con loro il tasso di cambio della moneta nazionale e le borse, ma la Russia passerà tutto questo dignitosamente, l'economia si rafforzerà".

In precedenza, il deputato del partito "Russia Unita", Valentina Tereshkova, ha proposto di "resettare" il conteggio dei mandati presidenziali dopo l'adozione di emendamenti alla Costituzione. La Duma di Stato ha sostenuto la proposta.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook