01:18 09 Aprile 2020
Politica
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
212
Seguici su

Al vaglio del governo misure di sostegno alle famiglie penalizzate dalla chiusura delle scuole. Le ipotesi sono quelle di reintroduzione del vaucher per baby sitter e estensione congedo parentale.

"La scelta della chiusura delle scuole è straordinaria, è stata assunta consapevolmente con coraggio per contenere la diffusione del virus". Lo ha detto il ministro della Famiglia, Elena Bonetti, ospite a Circo Massimo, su Radio Capital. 

La ministra spiega che poiché "il modello di diffusione prevede una crescita esponenziale, dobbiamo evitare le occasioni di prossimità delle persone e riorganizzare il vivere sociale" e garantisce che la decisione è stata adottata con il consenso del comitato scientifico.

La sospensione delle attività scolastiche dovrà essere corredata da una serie di provvedimenti di sostegno alle famiglie. Non potrà inoltre restare l'unica ricetta adottata al di fuori della zona rossa, a scopo precauzionale. Dovranno infatti essere incentivate forme di smartworking e misure per permettere alle famiglie di mantenere la normalità. 

L'ipotesi è quella di reinserire degli strumenti di sostegno già adoperati, ma non reintrodotti nella legge di bilancio per il 2020. "Potremmo riattivare il voucher babysitter che non siamo riusciti a inserire in finanziaria", spiega la Bonetti.

"Accanto alla chiusura delle scuole vanno messe risorse economiche per aiutare le famiglie nella cura dei figli, ad esempio per sostenere i costi delle babysitter" specifica la ministra. Inoltre "prevediamo anche utilizzo straordinario dello smartworking, e dove non fosse possibile che uno dei due genitori possa restare a casa con congedi straordinari. E penseremo a uno strumento anche per gli autonomi".

E' necessario "dare alle famiglie la possibilità di vivere questo momento con normalità". "In questo momento di emergenza - conclude Elena Bonetti - non dobbiamo fare l'errore di contrapporre gli interessi, serve atteggiamento di coesione. Ci salviamo se ci salviamo tutti insieme"

​La chiusura delle scuole

Ieri sera, in una conferenza stampa tenuta a Palazzo Chigi, il premier Conte e la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, hanno annunciato la chiusura di scuole e università su tutto il territorio italiano. Una misura precauzionale, ha specificato il premier, che sarà in vigore sino al 15 marzo, per evitare o ritardare la diffusione del virus, dando il tempo alle autorità sanitarie di dotarsi delle risorse necessarie per attendere i pazienti. 

Il provvedimento è stato adottato dopo aver consultato una commissione tecnico scientifica, che si è riunita per valutare in maniera approfondita la situazione dell'epidemia e l'andamento dei contagi. 

 

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook