23:43 20 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
291
Seguici su

Il governo greco considera la situazione con i clandestini una minaccia per la sicurezza nazionale e sta adottando misure adeguate, ha affermato il portavoce del governo Stelios Petsas dopo una riunione di emergenza del consiglio di sicurezza nazionale.

Secondo Petsas, la Turchia gestisce e favorisce la movimentazione dei clandestini. La stessa posizione è sostenuta in Italia dal leader della Lega Matteo Salvini.

Sullo sfondo dell'escalation nella provincia siriana di Idlib, la Turchia ha fatto sapere che non sarebbe riuscita a contenere i flussi di migranti e profughi, pertanto ha aperto i suoi confini con la Ue. Negli ultimi tre giorni sono stati sventati circa 20mila tentativi di sconfinamento da parte dei migranti. Il confine greco è presidiato da centinaia di agenti di polizia e dall'esercito.

"Invece di limitare i flussi di migranti clandestini e profughi, la stessa Turchia è diventata una sorta di agenzia viaggi. La gente ammassata lungo il confine cerca con la forza di entrare in Grecia, nonostante abbiamo chiarito che il loro passaggio non è affatto consentito", ha dichiarato Petsas.

Ha sottolineato che, a causa della sua natura coordinata e massiccia, questo movimento di persone non ha nulla a che fare con il diritto internazionale in materia di asilo, che riguarda solo singoli casi.

"In queste condizioni, la situazione attuale è una minaccia attiva, grave, eccezionale e asimmetrica per la sicurezza nazionale del Paese. Le persone ammassate sono usate dalla Turchia come pedine per esercitare pressioni diplomatiche", ha dichiarato Petsas.

Estonia in soccorso di Grecia e Bulgaria per fermare migranti

L'Estonia è pronta ad aiutare le guardie di frontiera di Grecia e Bulgaria per contenere il flusso di profughi a seguito della crisi migratoria, ha riferito oggi il ministro degli Esteri del Paese baltico Urmas Reinsalu.

Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), lungo la parte turca del confine di 212 chilometri con la Grecia, la sera del 29 febbraio si erano ammassate 13mila persone che speravano di entrare nel territorio della Ue dopo che Ankara aveva rinunciato al contenimento di questa pressione. 

Tags:
Confine, Migranti, Idlib, Turchia, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook