19:49 30 Marzo 2020
Politica
URL abbreviato
2210
Seguici su

I deputati francesi hanno sollevato due volte la questione del voto di sfiducia nei confronti del governo dopo la decisione del primo ministro Edouard Philippe di attuare un disegno di legge sulla riforma delle pensioni senza voto.

"Abbiamo appena sollevato la questione di un voto di fiducia", ha twittato Jean-Luc Melenchon, il leader del Partito La France insoumise (FI). L'iniziativa è stata sostenuta anche dal Partito Comunista di Francia e dal Partito dei Socialisti.

Secondo il canale tv BFMTV, il partito repubblicano ha sollevato la seconda questione sul voto di sfiducia.

Sabato, il primo ministro francese Edouard Philippe ha annunciato che avrebbe usato le disposizioni dell'articolo 49.3 della Costituzione del paese per approvare il disegno di legge senza voto.

La sezione 49.3 della Costituzione francese consente al Primo Ministro di far passare un ddl in parlamento con il suo potere se è sicuro che sia necessario. Tuttavia, se questo articolo viene applicato, i deputati possono sollevare la questione del voto di sfiducia entro 24 ore.

La riforma del sistema pensionistico francese

Il progetto di riforma del sistema pensionistico francese approdato oggi in Consiglio dei ministri, che prevede la creazione di un sistema unico di previdenza sociale, ha trasformato la Francia in un campo di battaglia, portando a settimane e settimane di proteste, organizzate dagli ormai arcinoti gilet gialli, e alla proclamazione di uno dei più imponenti scioperi della storia francese.

Nello specifico, a suscitare la contrarietà della gente sono state le proposte inerenti l'innalzamento dell'età pensionabile e la rimozione di alcuni privilegi e regimi speciali di uscita dal mondo del lavoro, finora previsti per alcune categorie di lavoratori dalla legislazione transalpina.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook