19:47 30 Marzo 2020
Politica
URL abbreviato
121
Seguici su

All'inizio della settimana Erdogan aveva fatto sapere che la Turchia ha aperto le sue frontiere con l'Unione Europea ai profughi siriani in quanto non aveva ricevuto gli aiuti promessi per gestire i rifugiati all'interno del Paese.

Le autorità ungheresi hanno deciso di rafforzare la sicurezza dei confini a margine di una conversazione telefonica tra il premier ungherese Viktor Orban e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ha comunicato oggi l'esecutivo magiaro. Ieri Orban ed Erdogan avevano discusso la situazione in Siria e la crisi dei migranti.

"Erdogan ha informato il premier ungherese che è enorme la pressione sulla Turchia, quindi le autorità turche non sarebbero più state in grado di trattenere alcuni migranti nel loro territorio", si afferma in una nota.

Successivamente Orban ha convocato una riunione con i funzionari della sicurezza.

"Durante l'incontro sono stati esaminati i rapporti dei servizi di sicurezza ungheresi ed è poi stato deciso di rafforzare la protezione delle frontiere ungheresi e di monitorare da vicino i movimenti sulla rotta migratoria dei Balcani".

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva fatto sapere di aver aperto i confini verso l'Europa ai rifugiati siriani riferendosi alla mancanza degli aiuti promessi.

Salvini contro Erdogan

Salvini si sofferma sulla drammatica vicenda in corso lungo la frontiera tra la Turchia e la Grecia (la frontiera dell’Unione Europea a est), dove Erdogan ha dato il via libera ai profughi provenienti da guerre e zone di povertà.

"Abbiamo regalato miliardi alla Turchia per controllare i confini e adesso arrivano tutti da noi. Viva l’Unione Europea..."
Così Salvini su Facebook, che posta anche una foto a tutto campo del presidente della Turchia Erdogan.

Tags:
Idlib, crisi in Siria, Siria, Recep Erdogan, Viktor Orban, Immigrazione, profughi, Migranti, Turchia, Ungheria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook