06:22 29 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
2116
Seguici su

Dal palco del teatro Augusteo di Napoli Salvini ha difeso il proprio operato al governo, auspicando il ritorno alle urne.

Parole pesanti, rivolte al governo presieduto dal premier Giuseppe Conte, quelle pronunciate da Matteo Salvini dal teatro Augusteo di Napoli.

"Chi vuole cancellare i decreti Sicurezza è un nemico dell'Italia", ha detto Salvini, parlando dei possibili cambiamenti alle norme approvate dal governo Lega-M5S, di fronte ai suoi sostenitori riunitisi nel capoluogo campano.

Il leader del Carroccio ha difeso il proprio operato al governo, elencando quelli che sostiene essere i punti forti delle suddette misure:

"Nei decreti Sicurezza ci sono i soldi per i vigili urbani, per le telecamere, per arrestare i camorristi. Chi parla di modificare o cancellare i decreti sicurezza non li ha neanche letti", ha tuonato Salvini.

Il segretario leghista ha poi sottolineato le incongruenze nell'atteggiamento del governo, ricordando come, all'epoca della loro approvazione, l'attuale presidente del Consiglio avesse espresso la propria soddisfazione per il contenuto dei decreti sulla Sicurezza:

"Io ricordo che il signor Conte era accanto a me in conferenza stampa esibendo orgoglioso il cartello 'Decreto Sicurezza'. Io non ho cambiato idea, capisco chi solo qualche mese fa ha approvato un decreto ora lo vorrebbe smontare. Io le capriole di Conte non le faccio. Quei decreti li abbiamo scritti e votati insieme".

Elezioni subito

Dal palco partenopeo, l'ex ministro degli Interni ha escluso perentoriamente, non senza un velo di ironia, l'ipotesi di governo Conte ter, spiegando di preferire un esecutivo guidato da "Topolino" e auspicando ancora una volta il ritorno alle urne:

"Prima si va a votare e meglio è. Se dialogo con Italia Viva per andare a votare? Io dialogo anche con Conte perché in questi mesi non si è fatto nulla, litigano su tutto, è frustrante. E' difficile anche fare opposizione", ha concluso.

A Napoli si sono inoltre registrati dei tafferugli nei Quartieri Spagnoli, dove qualche centinaio di manifestanti dei centri sociali sono entrati in contatto con il cordone delle forze dell'ordine posto a protezione dell'Augusteo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook