00:49 22 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (444)
4283
Seguici su

Il capo della diplomazia russa è arrivato a Caracas il giorno dopo i colloqui in Messico. L'ultima volta che Lavrov è stato in visita a Caracas è stata nel 2011, quando Hugo Chavez era ancora vivo.

Le sanzioni statunitensi colpiscono il settore sociale e umanitario del Venezuela: è scandaloso, ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"È particolarmente scandaloso che le azioni unilaterali americane abbiano un impatto negativo sull'attuazione di progetti sociali e umanitari. Basta menzionare l'esempio lampante delle conseguenze delle limitazioni alle operazioni bancarie, intendo il blocco del programma di cura del cancro, implementato attraverso progetti congiunti di Venezuela e Spagna", ha detto Lavrov nell'incontro con i rappresentanti della "tavola rotonda per il dialogo nazionale" del Venezuela.

Commento di Lavrov sulla situazione politica interna in Venezuela

"Siamo convinti che le ambizioni dei singoli politici non debbano dominare gli interessi dell'intera società. Speriamo che abbiate un approccio comune per concordare una nuova composizione del consiglio elettorale nazionale e preparare le elezioni per l'assemblea nazionale nel 2020", ha detto Lavrov.

Secondo Lavrov "venezuelani stanchi degli appelli per intervento straniero"

"Siete riusciti a concordare i modi per tornare sulla strada costituzionale, superare la scissione ... Amnistie regolari, aggiornare la composizione del consiglio elettorale, discutere le riforme economiche, tutto questo, non abbiamo dubbi, è visto con grande apprezzamento dai venezuelani che sono stanchi degli scontri e degli appelli alle proteste in piazza e agli interventi stranieri", ha detto il ministro russo.

Elezioni per l'Assemblea nazionale "un'opportunità per l'opposizione venezuelana"

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ritiene che le elezioni del 2020 per l'Assemblea Nazionale siano l'unica opportunità per l'opposizione venezuelana di non privarsi del futuro.

"Sono sicuro che queste elezioni siano l'unica opportunità per i radicali di non privarsi del futuro nella vita politica del Venezuela; attraverso le elezioni hanno l'opportunità di tornare nel campo civile e prendere parte al giudizio popolare, se volete, sulle forze politiche nel Paese", ha detto Lavrov.

"Solo il popolo può determinare in che modo alcuni politici possono soddisfare le aspirazioni del Paese", ha detto Lavrov.

Il ministro degli Esteri russo ha evidenziato che la Russia è "pronta a sostenere pienamente" il lavoro delle forze impegnate al dialogo.

Inaccettabile soluzione di forza per cambio di potere in Venezuela

"Sfortunatamente, la crisi che si è manifestata in Venezuela deriva dai tentativi di lanciare una campagna su larga scala con l'obiettivo dichiarato di rovesciare il governo legittimo utilizzando tutte le opzioni, come affermano gli organizzatori di questa campagna, incluso l'uso della forza. Consideriamo tali scenari assolutamente inaccettabili e cercheremo attivamente la condanna della comunità internazionale", ha affermato Lavrov.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (444)
Tags:
America Latina, Politica Internazionale, Occidente, Sanzioni, Sergej Lavrov, Russia, Situazione in Venezuela, Venezuela, Nicolas Maduro
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook