19:21 26 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
1134
Seguici su

Il Parlamento Europeo svela quale sorte spetta ai seggi del Regno Unito che ha lasciato l’UE il 31 gennaio.

La maggior parte dei seggi della Gran Bretagna nel Parlamento Europeo è stato riservato per gli ipotetici futuri membri dell'Unione, mentre il resto è stato distribuito tra alcuni paesi membri attuali dell’UE.

“La decisione prevede di redistribuire 27 dei 73 seggi assegnati al Regno Unito ad altri paesi e tenerne da parte 46 per le future adesioni”, riferisce una nota del Parlamento Europeo.

Attualmente il numero di seggi nel Parlamento Europeo ammonta a 705. Prima della Brexit il Parlamento Europeo contava 751 seggi, il numero massimo consentito dai trattati dell'UE.

I 27 posti liberati dal Regno Unito sono stati assegnati a Italia, Francia, Spagna, Polonia, Romania, Olanda, Svezia, Austria, Danimarca, Finlandia, Slovacchia, Irlanda, Croazia ed Estonia.

L’Italia ha ottenuto tre seggi e d’ora in poi sarà rappresentata nel Parlamento Europeo da 76 deputati. Al posto dei deputati britannici entrano 3 deputati italiani: Salvatore De Meo (Forza Italia), Sergio Berlato (Fratelli d’Italia) e Vincenzo Sofo (Lega).

Lo scorso 31 gennaio la Gran Bretagna ha abbandonato l’Unione Europea dopo averne fatto parte per 47 anni. Fino al 31 dicembre 2020 è previsto un periodo transitorio durante il quale il Regno Unito e 27 paesi dell’UE vivranno “come se non fosse cambiato nulla”. In questi 11 mesi le parti dovranno stipulare dei nuovi accordi circa le relazioni bilaterali, in particolare Londra e Bruxelles dovranno firmare un accordo commerciale.

Tags:
UE, Brexit
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook