10:00 26 Maggio 2020
Politica
URL abbreviato
166
Seguici su

Il capo della Farnesina ha incontrato oggi il vicepresidente della Commissione Europea Margaritis Schinas e la commissaria agli Affari Interni e per le Migrazioni Ylva Johansson, sostenendo che sui migranti l'Italia ha già dato ed ora tocca agli altri Paesi.

"La Commissione Ue ha riaperto il negoziato in materia di migrazione e asilo e presto si arriverà a un nuovo patto europeo sulla questione migratoria", si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook del ministro degli Esteri Luigi Di Maio dopo aver incontrato nella giornata di oggi il vicepresidente della Commissione Europea Margaritis Schinas e la commissaria agli Affari Interni e per le Migrazioni Ylva Johansson.

Il ministro degli Esteri e leader politico del Movimento Cinque Stelle ha poi chiesto il coinvolgimento di altri Paesi europei per affrontare lo spinoso tema dell'immigrazione, ricordando che l'Italia ha "dato molto" anche se "lasciata sola" e ribadendo la tesi che i migranti che sbarcano sulle coste italiane puntano a raggiungere i Paesi dell'Europa settentrionale.

"Ho riportato un concetto molto semplice: l’Italia è il Paese che ha dato di più in questi anni ed è stata lasciata sola, ora tocca a qualcun altro... Anche perché il nostro Paese rientra tra i 5 che hanno accolto più migranti in Unione Europea, ma le richieste di asilo sono più alte altrove, ad esempio in Francia, e ciò dimostra che gran parte delle persone che sbarcano sulle nostre coste non hanno intenzione di restarci, anzi vogliono poi andarsene nel Nord Europa".

Dopo aver esortato la Ue ad intervenire in prima persona, Di Maio ha elencato le richieste dell'Italia:

  • superamento del trattato di Dublino;
  • elaborazione di una lista di Paesi sicuri dove rimpatriare per velocizzare le operazioni;
  • sistema di incentivi a livello Ue nei confronti di quei Paesi africani che accettano di farsi carico dei rimpatri in aggiunta ad agevolazioni commerciali o sulla politica dei visti;
  • maggiori fondi per l'immigrazione e più risorse per aiutare i Paesi di origine per "incidere sulle ragioni delle migrazioni.
Tags:
Migranti, Immigrazione, Unione Europea, Italia, Luigi Di Maio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook