19:47 15 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
Le dimissioni del governo russo (12)
0 191
Seguici su

Il presidente russo Vladimir Putin ha presentato la bozza sugli emendamenti alla Costituzione della Federazione Russa per essere presa in considerazione dalla Duma.

"Il presidente russo Vladimir Putin ha presentato la bozza di riforma sugli emendamenti alla Costituzione della Federazione Russa alla Duma. I rappresentanti del presidente russo durante l'esame della bozza di riforma nella Duma saranno i co-presidenti della commissione costituzionale Klishas, Krasheninnikov e Khabriev", ha dichiarato ai giornalisti oggi durante la conferenza stampa il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Secondo il presidente di una commissione della Duma Mikhail Degtyarev, il documento dovrebbe essere discusso nella giornata di domani.

Oggi i co-presidenti della task force creata su disposizione del capo di Stato per preparare le proposte di modifica della Costituzione hanno delineato le loro iniziative in una lettera a Putin.

La riforma costituzionale dovrà essere decisa dai cittadini mediante una votazione generale russa.

Emendamenti proposti

  • La stessa persona non può ricoprire la carica di presidente della Russia per più di due mandati;
  • Il presidente della Federazione Russa può essere un cittadino che abbia compiuto almeno 35 anni, che abbia la residenza nel Paese da almeno 25 anni e non abbia una cittadinanza straniera;
  • Il premier ed i ministri del governo vengono nominati dal presidente dopo la conferma da parte della Duma (è eleggibile come premier e ministro un cittadino che abbia compiuto almeno 30 anni e non abbia la cittadinanza straniera o il permesso di soggiorno);
  • Il presidente del Consiglio dei Ministri non presenta al presidente le proposte sulla struttura delle autorità federali;
  • Il Procuratore Generale ed i suoi vice sono nominati e sollevati dall'incarico dal Consiglio della Federazione (camera alta del Parlamento russo - ndr) su presentazione del presidente;
  • Il Presidente della Federazione Russa formerà il Consiglio di Stato, il cui status sarà determinato da una legge federale separata;
  • E' eleggibile come deputato della Duma di Stato un cittadino che abbia compiuto almeno 21 anni e non abbia la cittadinanza straniera o il permesso di soggiorno;
  • La Corte Costituzionale su richiesta del presidente verificherà la costituzionalità delle leggi prima della firma del capo di Stato;
  • La nomina dei presidenti della Corte Costituzionale e della Corte Suprema, così come dei loro vice e dei giudici, spetta al Consiglio della Federazione su presentazione del presidente.

Secondo gli autori della bozza di riforma, una delle questioni chiave dovrebbe essere la determinazione del ruolo e dello status del Consiglio di Stato nel sistema di potere e lo sviluppo dei principi chiave per la sua interazione con gli altri organi statali.

Un importante pacchetto di emendamenti alla Costituzione riguarda la struttura politica, inclusa l'elaborazione di un sistema di controllo ed equilibrio. Inoltre la task force ha proposto di analizzare la questione della correlazione tra autorità governative e municipali ed ha toccato il tema del rispetto dei principi di base del diritto internazionale. Pertanto i trattati internazionali integrati nell'ordinamento giuridico russo ne diventano una parte e "in virtù delle disposizioni dell'articolo 4 e della prima parte dell'articolo 15 della Costituzione devono essere assoggettati al suo funzionamento".

Riforma costituzionale per nuovo quadro legislativo

In precedenza la presidente del Consiglio della Federazione Valentina Matvienko aveva sostenuto che le modifiche alla Costituzione della Russia consentiranno di lavorare in un nuovo quadro legislativo.

Valentina Matvienko ha sottolineato che si terrà un voto al livello nazionale sugli emendamenti costituzionali proposti dal presidente Vladimir Putin, rilevando che essi "non incidono sugli elementi fondamentali della Costituzione". Allo stesso tempo, la senatrice ha osservato che il presidente ha ritenuto importante ascoltare l'opinione delle persone.

Come riferito da Matvienko, il voto “consentirà di ascoltare la posizione dei nostri cittadini, il loro sostegno oppure le loro critiche", esso “sarà la tappa finale, decisiva nell'approvazione del documento”.

"Tutte le proposte ragionevoli, le nuove idee saranno prese in considerazione nel finalizzare il disegno di legge", ha concluso.

Putin annuncia riforma costituzionale

Il 15 gennaio il presidente russo Vladimir Putin nel suo discorso all'Assemblea federale, ha affermato che la Costituzione della Federazione Russa dovrebbe avere la precedenza sul diritto internazionale e ha sottolineato la necessità di consolidare lo status e il ruolo del Consiglio di Stato al suo interno. Putin ha anche osservato che è necessario aumentare drasticamente il ruolo dei presidenti delle regioni nello sviluppo e nell'adozione di decisioni di rilevanza federale.

I cambiamenti auspicati dovranno andare nella direzione di un maggiore ruolo del parlamento russo, dei partiti, nonché maggiore indipendenza e responsabilità dell'esecutivo. Al contrario, secondo Putin, non vi è necessità di adottare una nuova costituzione.

L'attuale Costituzione della Federazione Russa è in vigore dal 25 dicembre del 1993, dopo il responso favorevole del referendum popolare del 13 dicembre dello stesso anno e comprende due sezioni, comprendenti rispettivamente nove e un capitolo.

Tema:
Le dimissioni del governo russo (12)
Tags:
Cremlino, Vladimir Putin, Costituzione, Duma, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook