00:00 26 Febbraio 2020
Politica
URL abbreviato
La conferenza sulla Libia a Berlino (29)
3151
Seguici su

Il presidente russo Vladimir Putin ha avuto dei colloqui con il capo di Stato turco Recep Tayyip Erdogan prima dell'inizio dei lavori della conferenza di Berlino sulla crisi libica.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che le parti in conflitto in Libia hanno ascoltato gli appelli di Mosca e Ankara per il cessate il fuoco e le operazioni militari su vasta scala sono state sospese.

"Lavoriamo davvero molto efficacemente in molti settori chiave della politica internazionale, specialmente sulle questioni di carattere regionale. Intendo la Siria, tutto quello che riguarda il programma nucleare iraniano e intendo ovviamente la risoluzione della crisi libica. Abbiamo fatto un ottimo passo in avanti durante l'incontro di Istanbul, abbiamo esortato le parti libiche a cessare il fuoco, ad interrompere le ostilità e, nonostante si verifichino ancora alcuni incidenti, entrambe le parti hanno ascoltato il nostro appello e le operazioni militari su larga scala sono state sospese", ha detto Putin in un incontro con il presidente turco prima della conferenza sulla Libia.

"Secondo me, questo è già un ottimo risultato, che ha creato i prerequisiti per l'incontro multilaterale di oggi qui a Berlino", ha detto Putin.

Secondo Putin, la Russia sostiene l'iniziativa della cancelliera tedesca Angela Merkel per la normalizzazione in Libia.

Erdogan: affare concluso con Russia su vendita lanciamissili S-400

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha dichiarato che Russia e Turchia hanno definitivamente chiuso l'accordo sui sistemi missilistici antiaerei S-400, nonostante le pressioni.

"Abbiamo apprezzato molto lo scorso anno relativamente ai rapporti bilaterali. Nonostante le pressioni di ogni tipo, abbiamo definitivamente chiuso l'accordo sugli S-400", ha dichiarato Erdogan nell'incontro con il presidente russo Vladimir Putin.

Ricordando il completamento del progetto Turkish Stream, Erdogan ha ricordato il progetto congiunto con la Russia per la costruzione di una centrale nucleare in Turchia, rilevando che la grande importanza di questa collaborazione.

Putin: necessari progressi sulla normalizzazione libica

Non tutti i problemi sono stati risolti durante i negoziati sulla Libia a Mosca, una delle parti non ha ancora appoggiato la dichiarazione, ma occorre andare avanti, ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin.

"In effetti abbiamo lavorato energicamente insieme per terminare positivamente l'incontro delle parti libiche in conflitto a Mosca. Per il fatto stesso che siano arrivati ​​a Mosca, abbiano condotto negoziati non solo con noi, ma anche tra di loro, penso che dovremmo ringraziare i nostri ministri degli Esteri e della Difesa che si sono sforzati al massimo per garantire che le parti raggiungessero una posizione comune", ha detto Putin nell'incontro con il presidente turco Tayyip Erdogan.

"In effetti non tutto è andato per il verso giusto, una delle parti non ha supportato la dichiarazione, ma non perdiamo la speranza che il dialogo continui e ci impegneremo sinceramente per risolvere il conflitto", ha sottolineato Putin.

Erdogan: pace in Libia se finisce politica aggressiva di Haftar 

Erdogan ha affermato che per la pace in Libia occorre garantire una tregua e fermare la politica aggressiva del comandante dell'Esercito Nazionale Libico Khalifa Haftar.

"Riteniamo che i nostri sforzi comuni abbiano portato a una relativa calma in questo processo e abbiano anche dato risultati così fruttuosi come la conferenza di Berlino odierna. Comprendiamo i vostri sforzi per introdurre una tregua", ha detto Erdogan nell'incontro con Putin.

"Abbiamo fatto grandi sforzi per convincere al-Sarraj di arrivare a Mosca e fare tutto il possibile. Ha adempiuto al suo compito. Alla fine il governo di unità nazionale, nonostante "tutte le loro aspettative non sono state soddisfatte, hanno firmato l'accordo. Haftar non ha firmato l'accordo, il che dimostra che non è un sostenitore del processo di pace, ma vuole una soluzione militare alla crisi", ha osservato Erdogan.

"Per garantire la pace e la stabilità in Libia, la Conferenza di Berlino deve garantire una tregua, nonché una risoluzione politica della questione. Occorre porre fine alla posizione aggressiva di Haftar", ha sottolineato il presidente turco.

Tema:
La conferenza sulla Libia a Berlino (29)
Tags:
Libia, crisi in Libia, Russia, Turchia, Recep Erdogan, Vladimir Putin
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook