22:24 05 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
212
Seguici su

Di Maio interviene sulle recenti adesioni al gruppo misto dei parlamentari eletti con il M5S: "Se cambi idea ti dimetti e te ne vai a casa". Poi annuncia gli stati generali a marzo.

“Abbiamo qualcuno che si è fatto eleggere con il Movimento cinque stelle, una decina di persone su 330 parlamentari, che ha deciso di andarsene al gruppo misto. Per me in Italia invece, come in tanti paesi civili dell’Europa, se vieni eletto da una forza politica non te ne vai nel gruppo misto se cambi idea. Te ne vai a casa e ti fai rieleggere". Lo ha detto il capo politico del M5S durante un'intervista a Studio Aperto. 

"Credo che il movimento stia attraversando una fase in cui deve cambiare una serie di regole interne, una serie di valori di riferimento, perché tanti obiettivi del programma sono stati realizzati. Per questo ci saranno gli stati generali il 15 marzo, che saranno un momento della nostra storia, dopo dieci anni, per ritrovarci e discutere degli altri dieci”, ha poi concluso. 

Gli abbandoni nel M5S

Nell'ultimo mese ci sono stati diversi abbandoni di deputati e senatori del M5S che hanno lasciato per aderire al gruppo misto o alla Lega. Senza contare le espulsioni clamorose, come quella di Gianluigi Paragone, avvenuta a inizio anno. 

Soprattutto al Senato, gli abbandoni possono destabilizzare l'alleanza di governo, a causa dello stretto margine tra maggioranza e opposizioni, ridotto ormai a 5 senatori. L'ultimo abbandono è avvenuto solo due giorni fa, il 16 gennaio. 

A passare con il gruppo misto è stato il senatore Luigi Di Marzio, che ha detto di lasciare per prevenire un'epurazione annunciata. Agli inizi di dicembre Ugo Grassi, Francesco Urraro e Stefano Lucidi avevano lasciato il gruppo al Senato del moVimento per unirsi a quello della Lega. Pochi mesi prima, a settembre la senatrice Gelsomina Vono aveva aderito al gruppo di Italia Viva, mentre a novembre Elena Fattori era passata con il gruppo misto. Precedentemente erano stati espulsi Gregorio De Falco e Saverio De Bonis per "reiterate violazioni dello statuto", ed a giugno a passare al gruppo misto era stata la senatrice Paola Nugnes.

Tags:
M5S, Luigi Di Maio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook