16:27 20 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
6232
Seguici su

Non sarà più possibile esporre tra i banchi dell'Europarlamento il tricolore italiano, che resterà esposto assieme alle altre 27 bandiere dei paesi Ue alle spalle della presidenza.

"Mi è stato intimato di non mettere la bandiera italiana sul mio scranno, così come è stato vietato ad altri deputati di altre nazioni”, denuncia l'europarlamentare leghista Silvia Sardone, durante la prima sessione plenaria del 2020.

"Io sono tra quelli che l'ha sempre portata nel'aula plenaria a Strasburgo o a Bruxelles - spiega la parlamentare - La metto perché sia chiaro che il mio obiettivo è quello di difendere gli interessi del nostro Paese".

“Evidentemente il tricolore è un simbolo da censurare” dice la Sardone su twitter, "mi sembra sempre più evidente che questa Unione Europea voglia l'azzeramento delle identità nazionali".

​Poi va all'attacco di David Sassoli, presidente dell'Eurocamera: “mi chiedo che ruolo abbia avuto il presidente Sassoli. Anche lui è complice di un tentativo maldestro di cancellare persino il nostro tricolore? Dopo il grande successo della Lega alle europee, mi pare chiaro che l'Ue abbia sempre più paura del peso e della forza dei sovranisti: non abbiamo paura e non nasconderemo la nostra bandiera italiana".

Giro di vite sulle bandiere

Con la nuova legislatura europea si è deciso porre fine alla pratica, tollerata ma non prevista, di esporre bandiere nazionali, applicando l'articolo 10 del regolamento del Parlamento europeo, che al punto 3 specifica il divieto di esporre striscioni. Un divieto che si estende anche alle bandiere. La norma del regolamento esiste da prima che Sassoli diventasse presidente dell'Eurocamera. 

Il tricolore italiano rimarrà esposto, assieme alle altre bandiere nazionali, solo ed esclusivamente alle spalle del presidente del Parlamento Ue e non sarà più possibile collocare delle piccole bandiere nazionali fra i banchi dell'aula. 

Tags:
Italia, David Sassoli, Europarlamento, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik