15:50 24 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
La conferenza sulla Libia a Berlino (29)
0 21
Seguici su

Il generale dell’Esercito Nazionale Libico (LNA) Khalifa Haftar sarebbe presente alla conferenza di Berlino sulla Libia, in programma per il prossimo 19 gennaio.

Al momento la Germania si occupa dell’organizzazione di una conferenza internazionale volta a raggiungere la pace in Libia. Il vertice si svolgerà il 19 gennaio a Berlino. Il servizio stampa del governo tedesco ha dichiarato martedì che alla conferenza parteciperanno le delegazioni di Italia, Russia, Stati Uniti, Cina, Regno Unito, Francia, Turchia, Egitto, Algeria, Emirati Arabi Uniti, Repubblica del Congo, nonché rappresentanti di ONU, UE e Lega Araba. La Germania ha invitato al summit anche le parti del conflitto in Libia: il maresciallo Khalifa Haftar dell’LNA ed il premier del GNA (Governo di Accordo Nazionale) di Tripoli.

La conferenza e la stabilita data di domenica prossima per essa, come riferito dal ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio, è il risultato "dell’incessante lavoro dell’Italia".

Ultimamente è in atto il lavoro sul cessate il fuoco promosso dai presidenti di Turchia e Russia, il quale il maresciallo Khalifa Haftar si rifiuta momentaneamente di firmare. A questo sfondo erano sorti i dubbi sulla presenza del comandante dell’LNA al vertice di Berlino, ma su diversi media è apparsa la notizia che Haftar parteciperà alla conferenza.

"Haftar ha deciso di accettare l'invito e di andare a Berlino per partecipare alla conferenza internazionale", hanno riferito le fonti al canale televisivo Al Hadas.

L'LNA e lo stesso maresciallo Haftar non hanno ancora rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale a riguardo.

Confermata invece la presenza del premier del GNA Faez al-Serraj.

"Il capo del governo ha ricevuto l'invito ufficiale dalla Germania per partecipare alla conferenza di Berlino e ci andrà. Stamattina ha avuto una discussione al telefono su questo argomento con il capo del ministero degli Esteri tedesco", ha riferito a Sputnik Hassan Al-Huni, il consigliere di al-Serraj.

Nel frattempo la Turchia esprime la speranza che il presidente russo Vladimir Putin si presenterà alla conferenza dedicata alla ricerca di una soluzione pacifica per la situazione in Libia.

“In questo periodo continuiamo ad operare (circa la soluzione in Libia). Vogliamo che nella Libia viga il cessate il fuoco permanente, nonchè le parti arrivino ad una soluzione politica. I presidenti Erdogan e Putin parteciperanno alla conferenza di Berlino. Questo dimostra quanta importanza ha la pace in Libia per noi”, ha affermato il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ad una conferenza stampa ad Ankara.

In precedenza il Cremlino aveva dichiarato che avrebbe dato notizia della presenza di Vladimir Putin alla conferenza di Berlino con la dovuta tempestività.

E’ stato confermato che il segretario di Stato Mike Pompeo ed il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O’Brien faranno parte della delegazione statunitense alla conferenza.

Guerra in Libia

Al momento in Libia sono attivi due governi: il GNA di Faez al Serraj, sostenuto dall’ONU e dall’UE a Tripoli, ed il governo di Abdullah al-Thani, sostenuto dall’LNA, comandato dal maresciallo Khalifa Haftar. Lo scorso 4 aprile il maresciallo Khalifa Haftar ha ordinato alle sue forze di lanciare un’offensiva contro la capitale per "liberarla dai terroristi".

Le unità armate fedeli al governo di Tripoli hanno annunciato l'inizio dell'operazione di risposta "Vulcano di rabbia". Secondo l'OMS, il bilancio delle vittime negli scontri ha superato le 450 persone, mentre sono più di 2100 i feriti.

Lo scorso 12 dicembre il maresciallo Khalifa Haftar ha annunciato la tappa finale dell’offensiva dell’Esercito Nazionale Libico su Tripoli. Secondo il portavoce dell’LNA Al-Mundhir Al-Khartoush le loro truppe avevano "fatto progressi eccellenti" nella lotta per la capitale. Il GNA con sede a Tripoli, riconosciuto da ONU e UE, ha formalmente chiesto supporto militare ad Ankara per contrastare l’LNA Si tratta di supporto militare "aereo, terrestre e marittimo" per respingere l’offensiva sulla capitale libica.

Tema:
La conferenza sulla Libia a Berlino (29)
Tags:
crisi in Libia, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik