16:44 28 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
0 161
Seguici su

La posizione degli Stati Uniti sulla costruzione del secondo ramo di Turkish Stream non è nuova per la Bulgaria, ma Sofia deve difendere i propri interessi, ha dichiarato la ministra degli Esteri Ekaterina Zakharieva alla tv di stato.

In questo modo il capo della diplomazia bulgara ha commentato una recente intervista del vice segretario di Stato americano David Hale, che ha espresso preoccupazione per il fatto che il Turkish Stream sia uno strumento di influenza russo in Europa, che di fatto non contribuirà alla diversificazione degli approvvigionamenti di gas.

"La posizione degli Stati Uniti su Nord Stream-2 e Turkish Stream, o come lo chiamiamo Balkan Stream, è chiara. Ma perseguiamo i nostri stessi interessi: in modo da non rimanere indietro sulla mappa del gas. L'interesse dei cittadini bulgari è avere l'opportunità di ricevere gas da varie fonti. Il secondo ramo è molto importante per la Bulgaria, perché se vuoi costruire un hub di gas non puoi permettere di farti aggirare, non puoi solo pagare le tasse di transito", ha detto la Zakharieva, aggiungendo che è anche importante per il paese e interconnettore con la Grecia.

La Bulgaria cerca la diversificazione e il gas russo è importante per il Paese, ha affermato la ministra.

"Esattamente stiamo parlando di diverse fonti. Ma il gas russo è importante per noi. Questa posizione degli Stati Uniti non è nuova, ma difendiamo gli interessi della Bulgaria. E veramente consistono nell'avere varie fonti", ha osservato la Zakharieva, aggiungendo che la Bulgaria sta cercando la diversificazione attraverso i legami con i Paesi vicini: Serbia, Grecia e Romania.

Il gasdotto Turkish Stream

Il Turkish Stream si snoda lungo i fondali del Mar Nero fino alla costa turca, con una lunghezza complessiva di 930 km. La capacità di ciascuna linea sarà di 15,75 miliardi di metri cubi di gas all'anno. La prima è destinata alla fornitura di gas russo ai consumatori turchi, la seconda all'Europa meridionale e sud-orientale.

Recentemente gli Stati Uniti hanno introdotto diverse sanzioni contro i gasdotti Turkish Stream e Nord Stream-2.

Tags:
Unione Europea, Russia, USA, Bulgaria, Energia, Gas russo, Turkish Stream
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik