15:35 28 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
7183
Seguici su

La radio tedesca Deutschlandfunk ritiene che non ci sia un singolo Stato in grado di conseguire successi comparabili alla politica estera russa in Medio Oriente.

Come notato nell'articolo, Mosca è diventata il centro della diplomazia per le crisi in Medio Oriente.

"Il presidente russo Vladimir Putin si è recato a Damasco ed Istanbul, mantiene buoni rapporti con l'Iran, ha ricevuto il cancelliere tedesco, ha parlato al telefono con Roma e Parigi e proprio a Mosca il premier libico e il suo principale avversario hanno preso parte ai negoziati per il cessate il fuoco", l'articolo elenca i risultati internazionali della leadership russa.

Secondo il media, la ragione di questo successo sta nel fatto che la Russia riempie il vuoto di potere nella regione, cosa che consente di rafforzare la propria influenza senza grandi sforzi. Mosca si basa su "freddi calcoli" e non fa "magie politiche", si legge nell'articolo.

L'autore del materiale sottolinea inoltre che è la Russia a creare le condizioni in Medio Oriente su cui si basano gli altri Stati, in particolare la Germania. "Queste azioni stanno dando i suoi frutti e la fase di successo della politica estera russa durerà a lungo."

Negoziati di Mosca sulla Libia

Nella giornata di ieri a Mosca si sono svolti i negoziati tra le parti libiche in conflitto con la partecipazione dei ministri degli Esteri e della Difesa della Federazione Russa e della Turchia. Una fonte libica informata aveva fatto sapere che Haftar aveva lasciato Mosca senza firmare l'accordo di cessate il fuoco con il governo di Tripoli del premier Fayez al-Sarraj.

Tags:
Geopolitica, situazione in Medio Oriente, Medio Oriente, Politica Internazionale, Cremlino, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook